Disclaimer

Questo blog utilizza cookie tecnici propri, ma possono essere presenti cookie anche di profilazione di terze parti. Tali cookie serviranno per fornirti una migliore esperienza di navigazione. Se decidi di continuare la navigazione, consideriamo che accetti il loro uso.

Per maggiori informazioni vedere la nostra cookie policy


---------------------

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L’autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.

Appunti dalle Tenebre...

Il mondo è immerso nelle tenebre,
in lontananza un campanile rintocca la mezzanotte,
ancora più lontano si odono lugubri ululati mentre il vento sospinge filamenti di nubi che assumono strane espressioni ultraterrene sorvolando le case...
i miei compagni svolazzano tra le tenebre, sotto forma di pipistrelli,
e io sto cominciando a sentire impellente la necessità di assaporare il fluido scarlatto, il rosso nettare fonte di vita...
le mie membra stanno già avviando i processi di mutazione che mi porteranno a breve a solcare i cieli nelle sembianze di un comune chirottero,
nel mio crudele ma inevitabile ruolo di predatore maledetto della notte...

giovedì 7 giugno 2007

Ma siete qui per levare la corrente?

Gli impianti dal cliente (casa di riposo, gestita da suore) erano ormai realizzati, tutte le prove erano state fatte, si era già fatto il collegamento con il secondo trasformatore (quello che era di riserva, e che da adesso avrebbe invece alimentato la nuova ala del grosso ente...) e si doveva mettere solamente mettere in servizio il nuovo trasformatore, ovvero collegarlo alla rete in media tensione e vedere se era tutto a posto o se sarebbe esploso tutto quanto...
Tale intervento richiede espressamente la presenza di personale dell'ente fornitore (sostanzialmente l'ENEL) che deve mettere a terra la propria cabina di consegna, portarci le chiavi per accedere ai dispositivi di manovra di media tensione, assistere ai lavori ed infine, riprendersi le chiavi e ripristinare la cabina di consegna, in modo che l'impianto possa essere messo in servizio...
L'addetto all'ufficio tecnico prende appuntamento sia con il cliente che con l'ente fornitore, chiarisce dettagliatamente al cliente ogni singola operazione da fare, e segnala chiaramente che l'intervento richiederà per qualche ora la mancanza di energia da rete (naturalmente in sede è presente un gruppo elettrogeno per i servizi di emergenza)
Viene il giorno in cui procedere.
Di prima mattina ci si presenta dal cliente, insieme agli addetti dell'ente fornitore. Vado anch'io in qualità di responsabile di cantiere (oltre che di responsabile dell'ufficio tecnico) e suoniamo il campanello.
Ci apre la suora incaricata di seguire le nostre attività, e ci chiede come mai siamo in metà di mille... Le rispondo che dobbiamo staccare il trasformatore e mettere in servizio l'altro, al che lei, con il massimo sconcerto possibile, se ne esce con la frase “Ma siete mica qui per levare la corrente?”
Dopo alcuni istanti di silenzio, in cui ci siamo guardati in faccia l'un l'altro con tutta la squadra dei Cantieristi e con gli operatori dell'ente fornitore (che già stavano sbuffando per il ritardo...), io le rispondo “Si, Madre, ma...” “Ma non si può! Eccheddiamine! Non possiamo lasciare tutto senza corrente!” “C'è il gruppo elettrogeno per le utenze sensibili...” “Ma che gruppo elettrogeno, quello consuma il gasolio...” “Ma noi abbiamo organizzato tutto con la Madre Superiora...” “Eccheddiamine! La Madre Superiora non è qua, è nell'altra sede (dall'altra parte dell'Italia settentrionale...) e io non so niente e non posso farci niente...” “Ma non possiamo fare così: abbiamo organizzato tutto ed ora siamo qui apposta e...” “Io non so niente e non mi interessa se siete qui apposta! Io senza ordini non faccio fare niente!” Gli addetti dell'ente fornitore si stufano, brontolano un qualcosa che suona come “Arrivederci a quando saprete cosa fare!” (ma non ne sono molto sicuro…) e se ne vanno...
Io guardo i miei Cantieristi, brontolo un saluto per la suora e dico a tutti di tornare in sede, per la gioia di GrandeCapo...
GrandeCapo chiama subito la Madre Superiora e le comunica la novità, al che questa telefona alla suora per esternarle la propria soddisfazione per l'operato svolto, e la suora chiama a me per esprimermi il suo riconoscimento per averle fatto ricevere una simile onorificenza dalla Madre Superiora. Inoltre, mi dice di tornare giù subito con “gli elettricisti e quelli dell'ENEL”... Io le faccio “Guardi che, per organizzare un nuovo fuori servizio con quelli dell'ente fornitore, occorre prendere un nuovo appuntamento. Le sarà comunicato quando e come!” e attacco.
Qualche giorno dopo, riusciamo a fare il fuori servizio, a sostituire il trasformatore ed a rimettere tutto in servizio, ed alla fine GrandeCapo manda una fattura per l'intervento, comprensiva di n.2 interventi della squadra di cantiere e dello staff tecnico (ho cambiato qualifica?!?!) e integrata di n.2 fatture dell'ente fornitore per l'assistenza (?) a tali interventi.
La Madre Superiora cercò di evitare il pagamento di tali fatture, contestandole, ma io avevo tutte le copie delle lettere di richiesta intervento e di risposta sia dell'ente fornitore che del cliente stesso, ben ordinate e protocollate, quindi la contestazione fu molto vana...
Comunque, da allora la suora fu sempre moooltooooo felice di vedermi...

Nessun commento:

Posta un commento

Tranquillo, il tuo commento dovrà essere approvato dall'amministratore.
Non preoccuparti se non apparirà immediatamente, non sono sempre online... ;)

Idee regalo della mia sorellina

I LAVORI DELLA MIA SORELLINA
Se siete interessati ai suoi lavori e volete acquistarli o ordinare qualcosa di personalizzato, la potete contattare alla mail:
lqfantasia at gmail dot com

Cloreen, la principessa senza regno

Image and video hosting by TinyPic
Un nuovo autore si affaccia sul panorama letterario con il suo primo romanzo.

Un'avvincente storia fantasy da leggere tutta in un fiato, dove colpi di scena e avventura vi accompagneranno fino alla fine.
Una ragazza che combatte contro il destino e si crea il suo destino.

Adatta per ragazzi e per adulti.
Da leggere!

Prezzo Euro 1,00 (formato ebook e pdf)
Euro 7,00 (+ spese spedizione) cartaceo (pagg.131)

Per ogni informazione potete scrivermi all'email: miky666ykim@gmail.com

Nota: è in vendita anche la copia dell'illustrazione di copertina in formato A4 (20,7 x 29,4), se siete interessati potete mandare richiesta all'indirizzo email lqfantasia@gmail.com.

Per vedere l'immagine potete andare qui.

Vendita computer

Di seguito, espongo le caratteristiche del computer in vendita:

Personal Computer
Scheda madre: ASUS M2NPV-VM
Processore: AMD Athlon 64 X2 Dual Core Processor 3800+
RAM: DIMM 667 MHz 1GiB (espandibile fino a 4)
Scheda video integrata: nVidia GeForce 6150
HDD: Maxtor 6G160P0 da 160 GB (149 GiB)
Porte: seriale, parallela, USB (5), FireWire
Drive: floppy, lettore/masterizzatore CD/DVD
Scheda di rete ethernet e scheda modem per connessione internet
Sistema operativo preinstallato: GNU/Linux Ubuntu 10.04.1 LTS
Programmi preinstallati: tutti quelli compresi nell'installazione di Ubuntu

Eventuale: disponibile monitor CRT 15" o 17"

Elenco hardware presente disponibile

Elenco programmi installati disponibile (tutti quelli compresi in una installazione standard di Ubuntu 10.04.1 LTS)

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Se interessati (e per qualsiasi chiarimento), mandate una mail a miky666ykim@gmail.com


--------------------------------------------------------------------------------------------------------------