cavidotto o caviperedotto...

L’incarico era quello di sostituire un cavo di alimentazione di una cisterna, abbastanza distante dalla Cabina, dalla quale dipendeva in parte il rifornimento di gasolio per il Gruppo Elettrogeno… la linea era in cavo dentro tubazione interrata, ma gran parte dei pozzetti non avevano più coperchi, in parte sostituiti da assi o pietroni…

Al solito, il modo più semplice per fare quest’operazione è scollegare il cavo da entrambe le estremità, fissare il cavo nuovo ad una delle estremità e tirare il cavo vecchio dall’altra parte (in questo modo, mentre il cavo vecchio si sfila, il cavo nuovo si infila al suo posto) e poi basta ricollegare il cavo nuovo al posto di quello vecchio…

Mentre uno dei Cantieristi procedeva in tal modo dal lato della cisterna, l’altro scende nel pozzetto più vicino alla Cabina per agganciare il cavo vecchio (tagliato in corrispondenza del pozzetto) all’argano per l’estrazione…

Per qualche strano motivo, devo essere io a manovrare quell’argano… quando entrambi i Cantieristi mi danno il via libera, avvio l’argano e… stranamente, tutto procede bene, ma… “Ehi! Guardate!” esclama uno dei Cantieristi, al chè ci avviciniamo entrambi al pozzetto e…

Assieme al cavo, stavano uscendo dal tubo anche alcuni rettili… una famiglia felice di vipere che si era sistemata nel cavidotto, ed ora era leggermente alterata per via dello sfratto esecutivo che stavano ricevendo…

Il Cantierista che era sceso nel pozzetto si sentì quasi svenire…

L’altro Cantierista prese un lungo ramo e… fece traslocare le vipere in altro luogo più consono…

Non si finisce mai di imparare: avevamo appena scoperto un caviperedotto…

Commenti

Post popolari in questo blog

Primo incontro!

Il ritorno...

Ingegnere di cantiere...