Alle cinque molla tutto… (cominciamo a parlare di cantieri)

Pareva che il cantiere avesse dei problemi, e che il cliente non volesse pagare tutte le varianti che la ditta richiedeva, quindi venne dato un ordine perentorio a CapoCantiere, che si affrettò a rigirare ai due che erano addetti alle operazioni... (io e Cantierista...) “E ricordatevi! Non c'è c@##o che tenga! Finché sti bastardi non ci pagano, noi NON FACCIAMO UN MINUTO DI STRAORDINARIO!!!”

(CapoCantiere aveva un modo di esprimersi così elegante e forbito, che evidentemente doveva aver studiato in qualche college inglese...)

Il giorno dopo, io e Cantierista eravamo impegnati in un fissaggio difficoltoso di una canalina da 500 (mm di larghezza) lunga 5m (pezzo speciale), che doveva attraversare un tratto di strada privata tra due edifici di proprietà del cliente, ed il fissaggio ai tratti di canalina già collegati (precedentemente fissati alle pareti esterne dei due edifici) richiedeva che entrambi salissimo su un trabattello ciascuno a circa 12m di quota, tirassimo su la canalina mediante le corde con le quali l'avevamo legata, la posizionassimo a contatto delle canaline esistenti e ci adoperassimo nel fissarla il più velocemente possibile, per coprire quel tratto di percorso scoperto...

Naturalmente, il peso proprio della canalina e dei cavi che dovrà portare, obbligano a fare dei fissaggi un pochino diversi dai soliti fazzoletti con quattro bulloni per parte, anche perché qua non ci saranno staffe intermedie che aiutano a scaricare il peso...

Sommando a questo il fatto che il pezzo speciale da 5m era lungo in realtà solo 4,90m e che il mancante andava quindi “integrato” da staffaggi particolari, da realizzarsi seduta stante, si ottiene che... l'orologio di CapoCantiere segna le cinque e dieci e... ancora non ci vede tornare...

Inc@##ato come una biscia, CapoCantiere si scaglia alla nostra ricerca e ci raggiunge mentre siamo ancora indaffarati a tentare il fissaggio...

Urla “Che c@##o fate lassù?!” “Stiamo montando la canalina...” “Non avete capito cos'ho detto ieri?” “Cosa?” “Alle cinque mollate tutto e via!” “Ma non possiamo... non manca molto...” “PORCODIAVOLO!!!! HO DETTO DI MOLLARE TUTTO!!! QUANDO VI DO' UN ORDINE VOGLIO VEDERVI SCHIANTARE!!!!” (Si, parlava in questo modo: per lui scattare, schiattare e schiantare erano lo stesso verbo... ed era interessante anche leggere i suoi rapporti settimanali... prima che decidesse di farli fare a me...)

Io stavo per reclamare, ma Cantierista si volta verso di me e fa “Hai sentito cos'ha detto?! Molla tutto!!!” Non faccio in tempo a reagire che Cantierista lascia la canalina (ancora non fissata dal suo lato...) e questa si piega sotto il suo stesso peso, iniziando a torcere gli staffaggi che io stavo fissando... in un istante mi rendo conto di cosa sta succedendo, urlo a Cantierista “Che c@##o stai facendo???” mi getto a terra sul fondo del trabattello e urlo a CapoCantiere “Levati da sotto!!!”

Un istante dopo, gli staffaggi saltano via (e meno male che mi ero abbassato, altrimenti mi avrebbero aiutato a non invecchiare...) e la canalina speciale, obbedendo agli ordini di CapoCantiere, si schianta a terra a pochi centimetri da dove si trovava lui stesso prima che gli salvassi la vita... (sono veramente un idiota: non sto mai zitto, neanche quando servirebbe...)

Commenti

Post popolari in questo blog

Primo incontro!

Il ritorno...

Ingegnere di cantiere...