Disclaimer

Questo blog utilizza cookie tecnici propri, ma possono essere presenti cookie anche di profilazione di terze parti. Tali cookie serviranno per fornirti una migliore esperienza di navigazione. Se decidi di continuare la navigazione, consideriamo che accetti il loro uso.

Per maggiori informazioni vedere la nostra cookie policy


---------------------

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L’autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.

Appunti dalle Tenebre...

Il mondo è immerso nelle tenebre,
in lontananza un campanile rintocca la mezzanotte,
ancora più lontano si odono lugubri ululati mentre il vento sospinge filamenti di nubi che assumono strane espressioni ultraterrene sorvolando le case...
i miei compagni svolazzano tra le tenebre, sotto forma di pipistrelli,
e io sto cominciando a sentire impellente la necessità di assaporare il fluido scarlatto, il rosso nettare fonte di vita...
le mie membra stanno già avviando i processi di mutazione che mi porteranno a breve a solcare i cieli nelle sembianze di un comune chirottero,
nel mio crudele ma inevitabile ruolo di predatore maledetto della notte...

sabato 9 giugno 2007

Chi ha la precedenza…

Quando in un cantiere devono operare più imprese, sarebbe opportuno coordinare i loro interventi, in modo che non ci siano conflitti tra le lavorazioni, e forse questo viene anche fatto, ma sarebbe utile che, a farlo, sia qualcuno competente in merito…
Quando si lavora per una struttura sanitaria di proprietà di un ente religioso, il qualcuno competente normalmente non esiste… quindi viene sostituito da qualcuno del personale… che non capisce nulla di ciò che deve fare…
La nuova cabina elettrica stava per essere messa in servizio e, stranamente, non eravamo in ritardo sulla tabella di marcia…
Avevamo ormai preparato i quadri (dei bellissimi power-center…) e dovevamo installarli, in modo che i serramentisti potessero procedere con il montaggio delle porte e rendere finalmente la nuova cabina inaccessibile al personale che cercava di imboscarsi…
Entriamo nel cortile con il camion aziendale, dov’erano posizionati i power-center, li scarichiamo (grazie alla gru incorporata nel camion stesso) e, tramite un efficiente servizio di carrelli, li spostiamo verso la cabina elettrica, dove dovranno abitare per almeno una trentina d’anni…
Giunti alla cabina, restiamo tutti di sasso: le porte erano piazzate e la cabina chiusa a chiave…
Nella mia qualità di responsabile delle attività di cantiere (pare fossi anche quello…) vado nell’ufficio del cliente e chiedo spiegazioni…
“Scusi, Madre… ma come facciamo a portare gli armadi (non avrebbe capito se parlavo di power-center e tantomeno se dicevo quadri elettrici) dentro la cabina se avete piazzato le porte…” “Si. Lo so… ma è passata Suora… ed ha visto che mancava la porta e… l’ha fatta mettere…” la suora nominata aveva il brutto vizio di considerarsi la sostituta della Madre Superiora e di fare il bello e cattivo tempo lì dentro, utilizzando metodi da lager nazista con le sue sottoposte… e cercando di farlo anche con me, sebbene le avessi già mostrato il mio caratteraccio durante una messa in servizio di un trasformatore, qualche tempo prima…
La convocammo e le ripetei la richiesta “Ah no! Le porte ci vanno! Sennò è pericoloso!” “Infatti, ma vanno messe dopo che sono dentro tutti i quadri… gli armadi!” “Ho visto che alcuni del personale andavano dentro per non lavorare…” “Che c’entra con la sicurezza della cabina?” “E se si fanno male?” “Premesso che non c’è corrente, perché la cabina non è ancora in servizio, se si fanno male sono ca…voli loro!” “No, sono io la responsabile, ed ho fatto mettere le porte…” “Bene, adesso vi toccherà levarle, sia le porte che la parete che avete realizzato…!” “Ma… non si può…” “Infatti, non si può portare un armadio dentro una cabina quando la porta è più piccola dell’armadio stesso…” “Oh, insomma! Infilateci dentro quegli armadi e metteteci a posto questa cabina…”
Eravamo ad un punto di stallo, ma io decisi di giocare l’asso di briscola… presi il telefonino e feci per chiamare GrandeCapo, al chè lei si rammentò delle precedenti esperienze e disse “Ma davvero non potete portare quegli armadi dentro la cabina… neanche smontandoli?” “No, possiamo smontarli solo in parte, ma poi dobbiamo rimontarli dentro e serve troppo tempo… oltre a dover fare troppe prove di collaudo… devo vedere se GrandeCapo è d’accordo o se dovremo farci pagare una variante per questa situazione che non dipende dalla nostra volontà…”
Lei impallidì, poi disse “Va bene! Chiami pure…” (ovviamente, rifare parete e porte costava di più…)
Fu così che, dietro ordine di GrandeCapo, procedemmo a smontare i power-center per quanto possibile, introdurli lo stesso dentro la cabina, riassemblarli e rimontarli… mettendoci dodici ore al posto delle previste quattro… poi presi la strumentazione e feci tutte le prove di messa in servizio che avevo già fatto in officina, ed infine il tutto era pronto da essere alimentato… ma a quel punto serviva l’ente fornitore…
Naturalmente, la Madre Superiora fu molto felice di pagare la variante che GrandeCapo aveva richiesto, ed esternò la propria felicità alla Suora, che spero abbia imparato a gestire le precedenze…

Nessun commento:

Posta un commento

Tranquillo, il tuo commento dovrà essere approvato dall'amministratore.
Non preoccuparti se non apparirà immediatamente, non sono sempre online... ;)

Idee regalo della mia sorellina

I LAVORI DELLA MIA SORELLINA
Se siete interessati ai suoi lavori e volete acquistarli o ordinare qualcosa di personalizzato, la potete contattare alla mail:
lqfantasia at gmail dot com

Cloreen, la principessa senza regno

Image and video hosting by TinyPic
Un nuovo autore si affaccia sul panorama letterario con il suo primo romanzo.

Un'avvincente storia fantasy da leggere tutta in un fiato, dove colpi di scena e avventura vi accompagneranno fino alla fine.
Una ragazza che combatte contro il destino e si crea il suo destino.

Adatta per ragazzi e per adulti.
Da leggere!

Prezzo Euro 1,00 (formato ebook e pdf)
Euro 7,00 (+ spese spedizione) cartaceo (pagg.131)

Per ogni informazione potete scrivermi all'email: miky666ykim@gmail.com

Nota: è in vendita anche la copia dell'illustrazione di copertina in formato A4 (20,7 x 29,4), se siete interessati potete mandare richiesta all'indirizzo email lqfantasia@gmail.com.

Per vedere l'immagine potete andare qui.

Vendita computer

Di seguito, espongo le caratteristiche del computer in vendita:

Personal Computer
Scheda madre: ASUS M2NPV-VM
Processore: AMD Athlon 64 X2 Dual Core Processor 3800+
RAM: DIMM 667 MHz 1GiB (espandibile fino a 4)
Scheda video integrata: nVidia GeForce 6150
HDD: Maxtor 6G160P0 da 160 GB (149 GiB)
Porte: seriale, parallela, USB (5), FireWire
Drive: floppy, lettore/masterizzatore CD/DVD
Scheda di rete ethernet e scheda modem per connessione internet
Sistema operativo preinstallato: GNU/Linux Ubuntu 10.04.1 LTS
Programmi preinstallati: tutti quelli compresi nell'installazione di Ubuntu

Eventuale: disponibile monitor CRT 15" o 17"

Elenco hardware presente disponibile

Elenco programmi installati disponibile (tutti quelli compresi in una installazione standard di Ubuntu 10.04.1 LTS)

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Se interessati (e per qualsiasi chiarimento), mandate una mail a miky666ykim@gmail.com


--------------------------------------------------------------------------------------------------------------