Come sei messo? ...che devi fare le olimpiadi...

Non so se qualcuno si è accorto che, recentemente, la città che detiene il primato di avermi tra i residenti, ha avuto anche il primato di ospitare delle importanti manifestazioni sportive…

Se qualcuno se n’è accorto, sarà lieto di sapere che la Grande Società SuperEsperta ha contribuito alla realizzazione degli impianti senza i quali queste manifestazioni sportive non avrebbero avuto il successo di pubblico che hanno avuto…

Ognuno dei membri dello staff tecnico della Grande Società SuperEsperta venne chiamato, a turno, nell’antro di GrandeCapo, dove lo stesso GrandeCapo (in prima persona personalmente…) con la consulenza e supervisione di PiccoloCapo, procedeva a stabilire le destinazioni, come un ufficiale reclutatore al Distretto Militare, che assegna le future reclute alle varie caserme…

Nessuno si salvò, tutti vennero spediti a gestire in prima persona uno di quei siti sperduti tra le montagne, dove passarono interamente il periodo prima, durante e dopo i giochi… (vennero trasferiti armi e bagagli sui siti, per seguire i cantieri prima e la manutenzione durante le gare dopo, dedicandosi 24 ore su 24, 7 giorni su 7, alla risoluzione dei problemi che avrebbero potuto impedire il regolare svolgimento delle gare…)

Alla fine, venni convocato anch’io…

Entrai nell’antro di GrandeCapo e subito lui esordì con un “Come sei messo?” Io risposi “Sto seguendo i lavori del Cantiere Sperduto di Società UltraEsperta…” GrandeCapo stava già per spostarmi in qualche posto strano, quando PiccoloCapo ebbe un lampo di genio, e si volse verso GrandeCapo con un “Aspetta! Se mandiamo via anche lui, non resta nessuno qui, e chi seguirà i cantieri di Società UltraEsperta? Non possiamo bloccare tutto fino al termine dei giochi…”

(incredibile: PiccoloCapo ha pensato con la sua testa…)

GrandeCapo si volta verso PiccoloCapo e si dicono qualcosa sul fatto che Società UltraEsperta è il migliore (per non dire l’unico) cliente della Grande Società SuperEsperta, e che i lavori con loro durano anni e anni, mentre i suddetti giochi hanno durata limitata nel tempo…

Al termine di questo brainstorming, GrandeCapo mi dice di continuare a seguire i lavori di Società UltraEsperta, e di restare in sede…

E fu così che io fui l’unico a restare in sede, seguendo una volta alla settimana il Cantiere Sperduto, gestendo normalmente tutti gli altri lavori (che non c’era più nessuno che facesse) e, risolvendo i problemi che i miei colleghi mi comunicavano di avere nei vari siti… (si, quelli che avrebbero dovuto risolvere loro…)

Io, ufficialmente, non risulto tra coloro che hanno partecipato ai lavori per i giochi olimpici di Torino, ma se non fossi stato presente in sede in quei giorni, non so quanti spettatori avrebbero potuto vedere i giochi in televisione…

Il rovescio di questa medaglia (per stare in tema) è che le normali giornate lavorative si sono espanse da 8 a 16 ore… (toccando le 24 in alcune giornate…), ma non ho avuto alcun aumento di paga… (non è previsto nel mio contratto…), né sono stato invitato, alla fine, alla pizzata con tutti i tecnici che avevano partecipato…

Commenti

Post popolari in questo blog

Il ritorno...

Comincia il lavoro

Primo incontro!