...e apparve all'orizzonte un pinguino...

Come ho detto, era giunto il momento delle formattazioni continue, e quello fu il momento più disperato!
Non potevo, né volevo, prendere in considerazione il cambiamento del mio computer, ma non potevo assolutamente prendere in considerazione l'idea di passare al nuovo sistema operativo, ma nemmeno potevo continuare a riformattare XP ogni settimana...
Era il momento di prendere definitivamente una decisione, e lo feci!
Avevo scaricato il CD di Mandriva e il CD di Ubuntu (qualcosa mi attirava in quella distribuzione dal nome strano, anche se non sapevo cosa...), ma tutti dicevano che Mandriva era la più semplice, allora procedetti con l'installazione...
Masterizzata l'immagine .iso, controllai che il BIOS permettesse l'avvio da CD, inserii il CD nel lettore e... riavviai il sistema...
Dopo alcuni istanti, apparve una schermata grafica, con una serie di indicazioni e pensai che forse l'installazione di Linux non era così impossibile come avevo sempre creduto (anche grazie alle indicazioni di un mio ex collega linuxiano, che mi aveva liquidato alle mie prime richieste con un veloce "Lascia perdere: Linux non fa per te!"
Dopo una serie di passaggi da una finestra all'altra, arrivai alla conclusione e vidi che c'era scritto di riavviare il sistema...
Riavvio... si apre lo sportello del lettore CD e lo levo, premo Invio come indicato e... il computer riparte... aprendo una schermata identica ad un plaid multicolor dove non ho modo di fare assolutamente nulla...
(ok, lo so che il vero linuxiano non si spaventa per questo... ma io stavo installando Linux per la primissima volta e avevo commesso anche l'errore più grande: non avevo letto documentazione prima...)
L'impulso è stato fortissimo e irresistibile: ho preso il mio CD di Windows XP, l'ho inserito nel lettore e ho riavviato il computer...
Un'ora dopo ero su internet a cercare di capire cosa non aveva funzionato, ma non riuscivo a trovare molta documentazione su Mandriva, e quella che trovavo era pressoché incomprensibile...
Sempre cercando documentazione, capitai sul forum di Ubuntu, l'altra distribuzione che avevo scaricato, e trovai la sezione documentazione con la guida e il wiki: un paradiso, spiegazioni chiare e semplici, a livello di un ignorante come me... per giunta la guida ufficiale era in PDF e liberamente scaricabile... la scaricai e la stampai... ma non avevo il coraggio di riprovare...
Alcuni giorni dopo, iniziò il periodo di ferie e, come al solito, non avevo posti specifici dove andare, per cui cominciai a ripensare al computer...
Lessi e rilessi la mia documentazione e, più la rileggevo, più mi convincevo che ce la potevo fare... alla fine decisi: presi il CD e, dopo averlo inserito, riavviai il sistema...
Alcuni istanti e mi ritrovai in un ambiente un pò scarno rispetto a Mandriva, con un colore vagamente somigliante al cioccolato (non mi preoccupai, perché sapevo che era possibile poi cambiare lo sfondo... lo si poteva fare su Windows, figurarsi se non lo si poteva fare su Linux...)
C'erano solo 2 icone, e una serviva per installare... ero nella versione Live, provai i vari comandi e funzionavano... provai a collegarmi a internet e... navigai... era fantastico pensare che stavo usando un sistema operativo che non era nemmeno installato...
Non mi restava che fare la prova finale: procedere con l'installazione...
Seguendo la documentazione ufficiale, feci passo passo quello che c'era scritto e... dopo solo 6 semplici finestre, si avviò la procedura di installazione... un pò lunghetta forse, ma alla fine giunse il momento di riavviare...
Temevo quel momento, scosso dalla precedente esperienza, ma c'era poco da fare... in fondo il CD di Windows XP era sempre lì pronto... e al massimo avrei ritardato il più possibile il passaggio a Vista...
Alla fine, riavviai, levando il CD quando richiesto...
Il panico cresceva man mano che le schermate si susseguivano l'una all'altra, fino al momento che apparve la schermata in cui inserire username e password (bene: con Mandriva non c'ero arrivato...), li inserii e... con una simpatica musichetta (che mi avvisò anche che la scheda audio era stata riconosciuta) mi ritrovai dentro Ubuntu: era la versione 6.06, nota come Dapper Drake, la mia prima esperienza con Linux...

Commenti

Post popolari in questo blog

Primo incontro!

Il ritorno...

Ingegnere di cantiere...