Come si smonta e si rimonta un fucile..

Eravamo tutti riuniti nel cortile d’addestramento, mentre il caporale ci faceva zampettare e saltellare a destra e a sinistra, quando si avvicina un sottotenente che portava due fucili: un garand (il fucile che usava l’esercito americano nella seconda guerra mondiale) e un FAL (fucile automatico leggero, un qualcosa di leggermente più moderno).
Dopo le formalità di rito (attenti.. riposo..) il sottotenente ci disse “Oggi vi insegnerò a smontare, pulire e rimontare la vostra arma! Qua ci sono i due tipi di fucili in dotazione all’esercito italiano, vedremo come si procede con entrambi!” e prese il garand iniziando a smontarlo, depositando i pezzi nel telone che era stato piazzato al suo fianco.. senza accorgersi che, in un eccesso di zelo, il caporale aveva cominciato a sua volta a smontare il FAL, piazzando anche lui i pezzi nel telone..
Al termine, il sottotenente disse “Avete visto? Adesso abbiamo smontato l’arma, e dobbiamo rimontarla! Si fa così..” e si volta verso il telone, guardando un po’ confuso il numero eccessivo di pezzi.. poi alza lo sguardo verso il caporale e fa “Che diavolo! Cosa hai fatto?” “Ho smontato il FAL, tenente” “ECCHICCA##OTIHADETTODIFARLO???” e si sono messi in ginocchio entrambi a cercare di separare i pezzi del FAL da quelli del garand.. senza ovviamente riuscirci..
Noi eravamo lì fermi, in piedi, sotto il sole (assolutamente non cocente) del Veneto, a osservare i due che prendevano i pezzi e cercavano di capire a quale arma appartenessero.. sforzandoli per infilarli in quella che avrebbe dovuto essere la loro sede.. finchè il tenente urlò al caporale “Basta! Vai fuori dai cog..ni e portati via questi lazzaroni, che qua hai già combinato abbastanza danni!”
Il caporale si alzò imbestialito e disse “Signorsì!” poi si voltò verso di noi e “Attenti! Per fila sinist.. avanti march!!!” e ci portò a fare qualche giro di marcia del cortile.. mentre il tenente chiamava qualcuno esperto per farsi aiutare a risistemare i fucili..

Commenti

  1. Due volpi...
    Non so se hai mai visto/letto Asterix Legionario, ma mi ricordano tanto il Centurione Chiunquefus e il suo vice...
    E poi ci chiediamo come abbiamo fatto a perdere l'ultima guerra... (per carità, io ne sono felice!)

    RispondiElimina
  2. Visto e letto: Asterix è uno dei miei personaggi fumettistici preferiti e malgrado la mia età, ho visto anche i cartoni animati.
    In effetti, qualche somiglianza c'era ;-P

    RispondiElimina
  3. Io vorrei invece sapere dove hanno insegnato a quei due a smontare l'arma. Da che mi ricordo (sono passati 18 anni) i pezzi sono completamente diversi forse, e dico forse, solo l'otturatore è simile ma essendo l'ultimo pezzo da togliere dorebbe rimanergli in mano. Ma la risposta al quesito è quasi sicuramente Topo Gigio

    RispondiElimina
  4. Vero: i pezzi sono diversi tra loro, e posso anche dire che tra di noi "lazzaroni" moltissimi avrebbero saputo rimontare correttamente le due armi, ma forse i due erano rimasti sconvolti dal fatto di aver visto i pezzi raddoppiare di colpo, oppure avevano il panico da palcoscenico, non lo so.. fatto sta che, al ritorno dai giri del cortile, il tenente aveva lasciato la lezione pratica a un altro caporale (più capace), che aveva prima riassemblato il tutto e poi ci mostrò la recita nel verso giusto.

    RispondiElimina
  5. E nessuno e' stato preso dalle convulsioni dal gran ridere?

    RispondiElimina
  6. Più che altro ci si sentiva male dallo sforzo di reprimere le risate: era pericoloso scoppiare a ridere in faccia a simili esseri.. ;-)

    RispondiElimina
  7. non ho fatto il militare, ma sarei stato contento di assistere ad una siile figura di m##da di un ufficiale :-P

    RispondiElimina

Posta un commento

Tranquillo, il tuo commento dovrà essere approvato dall'amministratore.
Non preoccuparti se non apparirà immediatamente, non sono sempre online... ;)

Post popolari in questo blog

Il ritorno...

Comincia il lavoro

Primo incontro!