Disclaimer

Questo blog utilizza cookie tecnici propri, ma possono essere presenti cookie anche di profilazione di terze parti. Tali cookie serviranno per fornirti una migliore esperienza di navigazione. Se decidi di continuare la navigazione, consideriamo che accetti il loro uso.

Per maggiori informazioni vedere la nostra cookie policy


---------------------

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L’autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.

Appunti dalle Tenebre...

Il mondo è immerso nelle tenebre,
in lontananza un campanile rintocca la mezzanotte,
ancora più lontano si odono lugubri ululati mentre il vento sospinge filamenti di nubi che assumono strane espressioni ultraterrene sorvolando le case...
i miei compagni svolazzano tra le tenebre, sotto forma di pipistrelli,
e io sto cominciando a sentire impellente la necessità di assaporare il fluido scarlatto, il rosso nettare fonte di vita...
le mie membra stanno già avviando i processi di mutazione che mi porteranno a breve a solcare i cieli nelle sembianze di un comune chirottero,
nel mio crudele ma inevitabile ruolo di predatore maledetto della notte...

venerdì 10 ottobre 2008

Pausa pranzo

E' l'una, malgrado tutto non piove, così approfitto per fare la mia solita pausa pranzo godendomi anche la mia solita ora d'aria (o di libertà).
Metto il giubbotto (siamo a ottobre e fa freschetto anziché no...), prendo il sacchetto con il mio paninazzo ed esco, dimenticandomi di ogni singola cosa relativa all'ufficio, tranne che di bloccare il computer a scanso di usi impropri...
Apro il portone, esco in strada e attraverso la via, devastata dai lavori in corso, giungendo sulla passeggiata dei Murazzi.
Scendo fino alle panchine, mi accomodo in una panca al sole (stile lucertola) e, incurante di coloro che portano a spasso i cani (freddolosi e frettolosi, che trascinano la bestiola mentre sta facendo, provocando danni inimmaginabili...) mangio il mio panino.
Appena finito mi alzo e scendo sull'altra passeggiata, quella proprio sulla riva del fiume, ammirando il ponte di piazza Vittorio, la cupola della Gran Madre (che è una chiesa molto particolare...) e la collina dei Cappuccini.
Il Grande Fiume scorre impetuoso anche per via del passaggio ridotto dalla ricostruenda diga che dovrebbe evitare le alluvioni (e che è stata cancellata completamente nell'ultima alluvione...), do una rapida occhiata all'isoletta dove le garzette (piccoli aironi) stanno nidificando e allo scoglio dove gli svassi spiegano le ali per asciugarle dopo aver pescato in immersione totale, e mi avvio lungo la camminata, in direzione della collina di Superga che appare quasi spettrale dietro la foschia.
Lungo la camminata si ha modo di ammirare una grande varietà di fauna locale: dai vari pesci che ogni tanto appaiono a galla, agli uccelli che aspettano in agguato (garzette e aironi cinerini, svassi, anatre e germani, gabbiani di vario tipo) per non parlare dei corvi e degli stormi di colombi che aspettano il cibo dai passanti. Una volta, quasi di sfuggita, tra le piante dell'ex zoo, ho visto persino librarsi un falchetto (non sono in grado di specificare la specie esatta, dovrei ricorrere alle competenze di un amico falconiere, ma non ho foto da mostrare e solo la mia descrizione di un falchetto velocissimo e apparentemente delle dimensioni di un corvo non penso sia sufficiente).
Se procedessi in direzione del Valentino, vedrei anche dei cigni, ma sto andando nella direzione opposta...
Naturalmente, sorvolo sulla fauna più comune e tipica (a quattro zampe, velocissimi e con una lunga coda...) che saetta attraverso la vegetazione che appare tra le aree di terra emersa disseminate lungo la riva un paio di metri sotto i miei piedi... e sulle striscianti biscie numerose sulla riva opposta...
Arrivo all'ultima scala prima del ponte di corso Regina, e salgo (starei a guardare il panorama, ma ho solo un'ora di pausa e siamo già a metà percorso...), raggiungendo quindi il corso e procedendo verso la famosa via Vanchiglia (che dà il nome all'intero quartiere) e risalendo, fino a quando appare l'insegna del mio bar preferito (inconfondibile per qualsiasi utente di Linux...).
Entro dentro, accolto da un'atmosfera allegra e gradevole, oltre che dalla simpatia della titolare che, con un meraviglioso italiano condito da un accento spagnolo, mi chiede conferma della mia solita ordinazione.
Scambiando qualche battuta sia con alcuni dei clienti abituali che con la stessa titolare, sorseggio il mio cappuccino e giunge quindi l'ora di tornare indietro. Pago, saluto e vado via, reimmettendomi su una strada fredda e cupa, raggiungendo il portone dove ha sede la Grande Società, e piazzandomi al mio solito posto di lavoro...
Sono le due, la pausa è finita e devo riprendere il lavoro...

1 commento:

  1. Questo post è stato corretto: mi è giunta segnalazione che quelli che avevo erroneamente chiamato cormorani sono in realtà degli svassi... :?

    Non essendo molto pratico di uccelli, ho corretto sulla fiducia... ;-P

    RispondiElimina

Se questo post è stato scritto da più di 14 giorni, il tuo commento dovrà essere approvato dall'amministratore.
Non preoccuparti se non apparirà immediatamente, non sono sempre online... ;)

Idee regalo della mia sorellina

I LAVORI DELLA MIA SORELLINA
Se siete interessati ai suoi lavori e volete acquistarli o ordinare qualcosa di personalizzato, la potete contattare alla mail:
lqfantasia at gmail dot com

Cloreen, la principessa senza regno

Image and video hosting by TinyPic
Un nuovo autore si affaccia sul panorama letterario con il suo primo romanzo.

Un'avvincente storia fantasy da leggere tutta in un fiato, dove colpi di scena e avventura vi accompagneranno fino alla fine.
Una ragazza che combatte contro il destino e si crea il suo destino.

Adatta per ragazzi e per adulti.
Da leggere!

Prezzo Euro 1,00 (formato ebook e pdf)
Euro 7,00 (+ spese spedizione) cartaceo (pagg.131)

Per ogni informazione potete scrivermi all'email: miky666ykim@gmail.com

Nota: è in vendita anche la copia dell'illustrazione di copertina in formato A4 (20,7 x 29,4), se siete interessati potete mandare richiesta all'indirizzo email lqfantasia@gmail.com.

Per vedere l'immagine potete andare qui.

Vendita computer

Di seguito, espongo le caratteristiche del computer in vendita:

Personal Computer
Scheda madre: ASUS M2NPV-VM
Processore: AMD Athlon 64 X2 Dual Core Processor 3800+
RAM: DIMM 667 MHz 1GiB (espandibile fino a 4)
Scheda video integrata: nVidia GeForce 6150
HDD: Maxtor 6G160P0 da 160 GB (149 GiB)
Porte: seriale, parallela, USB (5), FireWire
Drive: floppy, lettore/masterizzatore CD/DVD
Scheda di rete ethernet e scheda modem per connessione internet
Sistema operativo preinstallato: GNU/Linux Ubuntu 10.04.1 LTS
Programmi preinstallati: tutti quelli compresi nell'installazione di Ubuntu

Eventuale: disponibile monitor CRT 15" o 17"

Elenco hardware presente disponibile

Elenco programmi installati disponibile (tutti quelli compresi in una installazione standard di Ubuntu 10.04.1 LTS)

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Se interessati (e per qualsiasi chiarimento), mandate una mail a miky666ykim@gmail.com


--------------------------------------------------------------------------------------------------------------