Disclaimer

Questo blog utilizza cookie tecnici propri, ma possono essere presenti cookie anche di profilazione di terze parti. Tali cookie serviranno per fornirti una migliore esperienza di navigazione. Se decidi di continuare la navigazione, consideriamo che accetti il loro uso.

Per maggiori informazioni vedere la nostra cookie policy


---------------------

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L’autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.

Appunti dalle Tenebre...

Il mondo è immerso nelle tenebre,
in lontananza un campanile rintocca la mezzanotte,
ancora più lontano si odono lugubri ululati mentre il vento sospinge filamenti di nubi che assumono strane espressioni ultraterrene sorvolando le case...
i miei compagni svolazzano tra le tenebre, sotto forma di pipistrelli,
e io sto cominciando a sentire impellente la necessità di assaporare il fluido scarlatto, il rosso nettare fonte di vita...
le mie membra stanno già avviando i processi di mutazione che mi porteranno a breve a solcare i cieli nelle sembianze di un comune chirottero,
nel mio crudele ma inevitabile ruolo di predatore maledetto della notte...

mercoledì 16 settembre 2009

Siamo uomini o caporali?

Premessa: non tutti i caporali sono così, solo buonaparte.. o almeno solo alcuni di quelli che ho conosciuto io.. in particolare quelli che sono convinti che una o due striscioline grigie sulla manica (o sul petto) facevano di loro degli dei scesi in terra.. senza ricordarsi che il caporale non è realmente un 'sottufficiale', ma solo un 'graduato di truppa'.. perfettamente equivalente a qualsiasi altro soldato nella scala gerarchica..

Abbiamo già visto l'episodio del caporale che, per troppo zelo, aiutò il tenente a smontare i fucili (ma non a rimontarli..)
Abbiamo già visto anche come i caporali istruttori del CAR cercassero di inculcare in noi il pieno rispetto per gli altri
Adesso vediamo altre caporalate, che mi hanno fatto capire come il grande Totò avesse sempre ragione..

In fureria c'era un caporale che era mooooltooooo 'simpatico' a tutti, e che, quando qualcuno chiedeva (e otteneva) una licenza, lo convocava (d'altronde era lui che doveva materialmente consegnare la licenza) e solitamente gli diceva “Qua c'è la tua licenza bella e pronta.. entra in vigore tra due ore, quindi hai giusto il tempo per fare pulizia in tal posto..”
Reclute e novellini cadevano spesso in queste trappole, ma egli ci provava con tutti, anche con gli anziani..
Un giorno chiamò un soldato che aveva chiesto la licenza e gli chiese lo stesso favore “..bagni della camerata..”
Il soldato (abbastanza anziano, gerarchicamente) gli disse “Non capisco: dovrebbero essere già puliti!” “No, non sono affatto puliti”
“Ma sei passato a vedere?” “Andiamo!”
“Prendi la mia licenza, che se sono a posto me la dai subito..”
Si alzarono e andarono giù entrambi verso la camerata, dove raggiunsero i bagni e il caporale sogghignò “Non sono affatto puliti!” il soldato si guardò intorno e disse “A me sembrano perfettamente a posto”
Il caporale sbuffò e si avvicinò alla turca (che effettivamente non era affatto pulita) dicendo “Guarda!” e il soldato gli prese il braccio e, con una mossa degna di un cartoon giapponese, lo capovolse letteralmente, infilandogli la testa dentro la turca.. strofinò ben bene e poi disse “Adesso è pulito! Dammi la mia licenza, o preferisci controllare se sono pulite anche le altre?”

5 commenti:

  1. Mi sia permesso di spezzare una lancia in favore dei caporali avendone fatto parte durante il periodo di leva.
    Forse la cosa era diversa per la diversa appartenenza del corpo (alpini) o per la diversa opinione del capitano nei confronti di accenni di nonnismo comunque un graduato che si fosse comportato in questa maniera il lavaggio della latrina gli sarebbe stata fatta dai furieri prima che da chiunque altro.
    P.S. da graduato di truppa l'unico vantaggio che ho avuto era di evitare il servizio di guardia notturna sostituito dal servizio di capoposto (almeno qualcosa riuscivo a dormire) dato che ero tra i "raccomandati" a svolgere SOLO servizi notturni. La ragione è semplicissima, visto che sapevo utilizzare un computer era stato piazzato in ufficio con la consegna di uscirne il meno possibile.

    RispondiElimina
  2. Pensa che io ho sempre sentito dire che il "paradiso del nonnismo" era proprio tra gli alpini, invece l'episodio narrato si è verificato in una "più tranquilla" caserma di artiglieria... :-)

    A parte le battute, ho esordito con una premessa apposta per dire che non sto cercando di denigrare i caporali (ne ho conosciuti alcuni che erano tra le persone migliori del mondo e non si approfittavano mai del loro grado), ma solo evidenziando che alcuni pensano che quel minimo di potere conferito dal grado permetta loro di agire contro gli altri mediante soprusi: anche i militari hanno dei diritti, in fondo...

    P.S.: a parte il dormire un po' di più della guardia, non mi sembra che il tuo fosse poi un gran vantaggio.
    Probabilmente, se avessi avuto te come caporale, non saresti mai stato protagonista di queste storielle ;-)

    RispondiElimina
  3. Penso che dipenda soprattutto da come il nonnismo fosse tollerato dagli ufficiali, come ho scritto prima il comandante aveva delle opinioni molto chiare su questo punto.
    Ho letto la premessa ma cianciare del tempo che fu non mi dispiace, anche perché se devo dirla tutta ai caporali della mia compagnia (era la compagnia genio di brigata, 150 uomini e altrettanti mezzi quindi poco personale e molte attrezzature) non avrei da ridergli dietro.
    Gli stroditi si trovavano soprattutto tragli ultimi della catena alimentare, due fra tutti quelli che durante una guardia si sono imboscati in una jeep. Solo che erano caduti un paio di cm di neve e l'ufficiale di picchetto li ha trovati a ronfare seguendo le impronte.

    P.S. quando avrai un figlio che dopo aver lavorato tutto il giorno, ti tiene sveglio tutta la notte e il giorno dopo devi di nuovo correre a lavorare capirai come dormire di più sia molto importante.

    RispondiElimina
  4. Sono d'accordo: c'entra sicuramente la politica di trattamento del nonnismo.
    In quella caserma era relativamente tollerato, visto che contribuiva a mantenere una certa disciplina (non ci sono comunque mai stati episodi realmente drammatici, che io sappia).
    Quando mi trasferirono all'ospedale militare, la situazione era ben diversa: lì non si era più in una caserma operativa e la disciplina era praticamente sparita, anche se pure lì ogni tanto qualcuno giocava a fare il soldato... e anche lì non mancavano i caporali da barzelletta... ;-)

    Per quanto riguarda il figlio, ti credo sulla parola :-)

    RispondiElimina
  5. Le persone mediocri, quando si dà loro un minimo di grado/responsabilità/incarico (soprattutto se con un nome altisonante e/o qualche segno distintivo esterno), si credono i padroni del mondo e giocano a fare i grandi potenti della Terra... Non è solo una questione di militare e caporali: da noi ho visto tanta gente che dopo aver ricevuto l'incarico di "team leader" ha cominciato a credersi "IoSalvoIlMondo" e a camminare a mezzo metro da terra. Per parafrasare un grande filosofo (?) contemporaneo, i pirla ci sono sia da militare che da civile...

    RispondiElimina

Se questo post è stato scritto da più di 14 giorni, il tuo commento dovrà essere approvato dall'amministratore.
Non preoccuparti se non apparirà immediatamente, non sono sempre online... ;)

Idee regalo della mia sorellina

I LAVORI DELLA MIA SORELLINA
Se siete interessati ai suoi lavori e volete acquistarli o ordinare qualcosa di personalizzato, la potete contattare alla mail:
lqfantasia at gmail dot com

Cloreen, la principessa senza regno

Image and video hosting by TinyPic
Un nuovo autore si affaccia sul panorama letterario con il suo primo romanzo.

Un'avvincente storia fantasy da leggere tutta in un fiato, dove colpi di scena e avventura vi accompagneranno fino alla fine.
Una ragazza che combatte contro il destino e si crea il suo destino.

Adatta per ragazzi e per adulti.
Da leggere!

Prezzo Euro 1,00 (formato ebook e pdf)
Euro 7,00 (+ spese spedizione) cartaceo (pagg.131)

Per ogni informazione potete scrivermi all'email: miky666ykim@gmail.com

Nota: è in vendita anche la copia dell'illustrazione di copertina in formato A4 (20,7 x 29,4), se siete interessati potete mandare richiesta all'indirizzo email lqfantasia@gmail.com.

Per vedere l'immagine potete andare qui.

Vendita computer

Di seguito, espongo le caratteristiche del computer in vendita:

Personal Computer
Scheda madre: ASUS M2NPV-VM
Processore: AMD Athlon 64 X2 Dual Core Processor 3800+
RAM: DIMM 667 MHz 1GiB (espandibile fino a 4)
Scheda video integrata: nVidia GeForce 6150
HDD: Maxtor 6G160P0 da 160 GB (149 GiB)
Porte: seriale, parallela, USB (5), FireWire
Drive: floppy, lettore/masterizzatore CD/DVD
Scheda di rete ethernet e scheda modem per connessione internet
Sistema operativo preinstallato: GNU/Linux Ubuntu 10.04.1 LTS
Programmi preinstallati: tutti quelli compresi nell'installazione di Ubuntu

Eventuale: disponibile monitor CRT 15" o 17"

Elenco hardware presente disponibile

Elenco programmi installati disponibile (tutti quelli compresi in una installazione standard di Ubuntu 10.04.1 LTS)

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Se interessati (e per qualsiasi chiarimento), mandate una mail a miky666ykim@gmail.com


--------------------------------------------------------------------------------------------------------------