Tassi (e tasse) di salute... (BOLLINO ROSSO)

ATTENZIONE: CONTIENE SFOGHI EMOTIVI ED ESPRESSIONI VOLGARI PIUTTOSTO PESANTI (PRATICAMENTE TURPILOQUIO), PER CUI SE VERRA' LETTO DA UN PUBBLICO MINORE, OCCORRE CHE CI SIANO INSIEME DEGLI ADULTI, IN MODO CHE I MINORI POSSANO SPIEGARE LORO I SIGNIFICATI DEI TERMINI USATI!!! t(-_-t)

:->

>>:-|


Non molto tempo fa, è capitato che mia mamma dovesse ricoverarsi per un grave problema. L’operazione andò a buon fine, ma la terapia è stata lunga e devastante.
L’ospedale è sito in centro città, in piena ZTL, e di conseguenza in una zona che io, malgrado tutto, evito come la peste (anche perché girare in macchina in centro è una cosa da incubo comunque, a prescindere da tutte le allucinanti angherie che si inventano le varie giunte comunali per fregare i soldi dei cittadini..)
Di conseguenza, uscendo dall’ospedale per il ritorno a casa abbiamo sfruttato quelle auto bianche che possono andare ovunque strafottendosene del codice stradale e delle precedenze.
Arrivati a casa, dopo un giro panoramico delle regioni limitrofe, il conducente mi ha chiesto i soldi in cambio del trasporto, offrendomi immediatamente la possibilità di sottoscrivere un mutuo trentennale per il finanziamento necessario a pagare quei pochi chilometri.
Dopo alcune settimane, cominciò il periodo della terapia, e ovviamente era necessario recarsi presso l’ospedale.
Il primo giorno ricorsi nuovamente al servizio pubblico, e tra andata e ritorno firmai un ulteriore mutuo.. (ovviamente, il fatto che io la accompagnassi aveva come diretta conseguenza che non presenziassi ai miei doveri di difensore estremo nei confronti della Grande Società – e del culo di GrandeCapo – per cui assunsi contemporaneamente il ruolo ancor più ambito di agnello sacrificale e capro espiatorio per quel periodo.. oltre ad assaporare la gioia di non ricevere alcuna paga per tale giornata..)
Il secondo giorno di terapia, avvisato l’ufficio che stavo assente e che mi scalassero un’ulteriore giornata di paga, telefonai al centralino di gestione del servizio pubblico e chiamai l’auto.. “..dieci minuti e sarà lì..”
Dopo venti minuti richiamai, ottenendo la stessa risposta “..dieci minuti e sarà lì..”
Dopo altri venti minuti decisi che procedendo direttamente forse facevo prima: mi recai presso la strada oltre il fiume (300 metri, nemmeno tanto, ma fatti con calma che mia madre è anziana e non può certo mettersi a correre) dove c’è un posteggio di quelle automobili bianche. Mentre ci si approssimava ne vidi due fermi, i cui conducenti stavano chiacchierando ridendo e scherzando tra loro. Stavamo attraversando quando il primo sale al posto di guida, mette in moto e se ne va.. Oh, bè.. c’è il secondo! Ma anche questo sale, mette in moto e, malgrado i miei segni, parte e se ne va..
Chiamo la centrale e mi rispondono “..dieci minuti e sarà lì..” peccato che era ormai giunto l’orario in cui lei doveva essere là!!!
Nello stesso punto passa un tram che ferma anche vicino all’ospedale, e stava arrivando proprio in quel momento: ho mandato affan.. quelli della centrale del (dis)servizio pubblico e siamo saliti sul tram..
La volta dopo me ne sono fregato di tutto e ho preso direttamente la mia auto, infilandomi nel dedalo di sensi unici del centro città e pagando la sosta in zona blu!
Idem per le volte successive, con la differenza che riuscii a procurarmi un permesso di sosta per visita medica davanti all’ospedale, in modo da non svenarmi a regalare soldi agli avvoltoi dei posteggi a pagamento..
Le visite terminarono, smisi di perdere giornate e di svenarmi col (dis)servizio pubblico, ma.. dopo alcuni mesi cominciarono a fioccare le multe per l’ingresso immotivato nella ZTL!!!
Ok, colpa mia: non ci vado mai, quindi non sono informato su regolamenti, modalità, orari e sul fatto che la strada dove passavo era sorvegliata dall'unico agente che non fa mai la pausa caffè: l'agente Telecamera XXX..

MAPORCACCIAZOZZADIQUELLATROIADELLAMADREDICHIDICOIO!!!

In certi momenti, mi viene davvero la voglia di uccidere qualcuno!

Commenti

  1. Un'amica mia che abita in una ZTL di Milano (Corso Garibaldi) sì è presa una cosa tipo 43 multe per accesso senza permesso in un solo giorno: i vigili non le avevano registrato la targa dell'auto (che aveva debito permesso...)....

    RispondiElimina
  2. Spero che i vigili abbiano poi riconosciuto il proprio errore, altrimenti la tua amica avrebbe il record di aver eliminato il debito cittadino tutta da sola ;-P

    RispondiElimina
  3. il debito di Milano non è così esiguo...
    comunque sì, anche se non le hanno potuto resituire gli anni di vita persi per colpa di quella multa...

    RispondiElimina
  4. > il debito di Milano non è così esiguo...
    vero... avrebbe contribuito in parte..
    > comunque sì, anche se non le hanno potuto resituire gli anni di vita persi per colpa di quella multa...
    immagino come si è sentita, per fortuna è andata bene :)

    RispondiElimina

Posta un commento

Tranquillo, il tuo commento dovrà essere approvato dall'amministratore.
Non preoccuparti se non apparirà immediatamente, non sono sempre online... ;)

Post popolari in questo blog

Il ritorno...

Comincia il lavoro

Primo incontro!