Sofft were haus...

All'inizio (ormai lontanissimo nel tempo) della mia esperienza collaborativa con la Grande Società SuperEsperta, questa aveva molto più personale di adesso, inoltre gestiva più attività parziali ed era organizzata diversamente... tra l'altro, nel primo ufficio entrando (mio attuale antro oscuro, condiviso con Termico, ExStagista e Disegnatrice oltre a fare da accesso per lo stanzino in cui dorm... ehm... coordina tutto PiccoloCapo) allora era possibile vedere una targhetta sulla porta che indicava la presenza in tale sede del ramo informatico della Grande Società: una favolosa ed esclusiva software house dedita alla realizzazione di super-mega-iper-gestionali che tutte le Aziende avrebbero dovuto acquistare (come avete fatto a vivere senza, finora?)
Titolare di questa sezione informatica era la sorella di GrandeCapo (Avvocata) e amministratore delegato era il fratello di GrandeCapo, appositamente tornato dall'estero...
Ci lavoravano un parente alla lontana di GrandeCapo (per comodità PiccoloCapo1) e la moglie del fratello di GrandeCapo (con mansioni di Segretaria) oltre a un simpatico ragazzo (Programmatore) e due strane (*) donzelle (Programmatrici).
Costoro erano tutti impegnati nello sviluppo di un fantomatico gestionale che sarebbe dovuto diventare indispensabile per qualsiasi azienda, specie per quelle che si occupavano di cantieri e di lavori di realizzazione ingegneristica... tale gestionale veniva sviluppato da Programmatore su dei computer strani, dove non esisteva una schermata grafica (lui li chiamava server di test e server di produzione, e diceva di usare Linux... io, all'epoca non ne capivo niente ma avevo sentito parlare di Linux e cercavo di prendere informazioni in merito... sapete già com'è finita...), mentre le due strane ragazze Programmatrici usavano dei computer normalissimi (con Windows) dove facevano prove di inserimenti e disinserimenti di dati...
Segretaria rispondeva al telefono, apriva la porta e ci rallegrava durante la pausa caffè, in quanto cercava di stare il meno possibile in quell'ufficio, dato che non era ancora uscita la legge per il fumo nei luoghi di lavoro e lei era l'unica non-fumatrice e sia il marito che PiccoloCapo1 erano giunti al punto che si accendevano la nuova sigaretta mentre la vecchia era ancora a metà (per non parlare di quella posata sul posacenere) e sovente le fumavano poi tutte e tre insieme... Programmatore ne fumava una sola (per volta) e le due Programmatrici non si rendevano nemmeno conto del fatto che qualcuno fumasse... l'ho detto che erano strane?
Tale gestionale funzionava direttamente su server, quindi occorreva che chi ne comprava la licenza noleggiasse anche il posto sul server della software house, accedendo direttamente al super-mega-computer (volete veramente sapere che cos'era?) sperando che fosse online (in fondo questo non era difficile) e che fosse in funzione (vabbè... Programmatore in fondo se la cava anche adesso come assemblatore, quindi quel catorcio che ha messo su come server di produzione in fondo il suo lavoro lo faceva... basta che non ci fossero troppi clienti connessi contemporaneamente...) e aveva comunque compresa l'assistenza tecnica (Programmatore era sempre lì che smanettava su quel server per impedirne crolli continui...) oppure, acquistava l'intero pacchetto, se lo piazzava su un proprio server e pagava solo per la quota di assistenza tecnica (ovvero la trasferta di Programmatore che andava lì a risolvere tutti i problemi...)
PiccoloCapo1 era evidentemente un ottimo venditore (di fumo) in quanto era riuscito anche a vendere il mitico gestionale quando era ancora (appunto) un mito, ovvero un prototipo pre-alfa... però, il fatto che ne avessero venduto alcune copie implicava che dovessero anche finirlo... almeno, questo è quello che io penso dovrebbe succedere...
Il grossissimo problema che nessuno aveva tenuto in conto è che: nei paesi dove FratelloGrandeCapo ha ideato questo meraviglioso sistema, forse le aziende funzionano diversamente, ma qui in Italia le aziende usano word ed excel solo per scrivere e fare i conti, chi gestisce i cantieri lo fa con il telefono e i cantieristi sono famosi per prendere appunti sulla carta dei sacchi di cemento... inoltre, nessuno ha soldi o tempo per cambiare ciò che si è sempre fatto così...
Altro grosso problema è che si sono basati esclusivamente su come gestiamo noi le attività di commessa, non su come lo fanno le ditte serie... (vabbè, ma noi usiamo lo standard italiano-europeo-mondiale, gli altri no: mica dobbiamo adeguarci noi...)
In sostanza, solo alcune copie del gestionale (molto meno di una decina) sono state vendute, poi la software house è fallita (i costi sono stati molto alti), ma ha dovuto per un periodo di un paio di anni, tenere comunque su il server per coloro che avevano avuto la folle idea di fidarsi e comprare il prodotto ancora immaturo... (e Programmatore – ormai ex – faceva un giro quasi ogni settimana per controllare e sistemare il server...)

(*) strane nel senso che era come se fossero due gemelle siamesi: erano coetanee, praticamente identiche come aspetto fisico (nulla di speciale) e avevano anche lo stesso nome, vestivano in modo identico e agivano come se tutto fosse loro dovuto e vivevano in un mondo tutto loro dove si isolavano completamente... nessuno riusciva a sopportarle per più di dieci minuti...

Commenti

Post popolari in questo blog

Il ritorno...

Comincia il lavoro

Primo incontro!