Disclaimer

Questo blog utilizza cookie tecnici propri, ma possono essere presenti cookie anche di profilazione di terze parti. Tali cookie serviranno per fornirti una migliore esperienza di navigazione. Se decidi di continuare la navigazione, consideriamo che accetti il loro uso.

Per maggiori informazioni vedere la nostra cookie policy


---------------------

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L’autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.

Appunti dalle Tenebre...

Il mondo è immerso nelle tenebre,
in lontananza un campanile rintocca la mezzanotte,
ancora più lontano si odono lugubri ululati mentre il vento sospinge filamenti di nubi che assumono strane espressioni ultraterrene sorvolando le case...
i miei compagni svolazzano tra le tenebre, sotto forma di pipistrelli,
e io sto cominciando a sentire impellente la necessità di assaporare il fluido scarlatto, il rosso nettare fonte di vita...
le mie membra stanno già avviando i processi di mutazione che mi porteranno a breve a solcare i cieli nelle sembianze di un comune chirottero,
nel mio crudele ma inevitabile ruolo di predatore maledetto della notte...

venerdì 12 agosto 2011

Aste, scambi, trolley…

Nella mia lunga carriera di utente del (dis)servizio pubblico, ho visto notevoli cambiamenti, sia in meglio che in peggio, ma quelli che restano chiari e fermi nella mia memoria riguardano gli scambi e l'alimentazione elettrica.
Gli scambi sono comandati da impulsi elettrici inviati direttamente dal tram, ma ciò non toglie che il meccanismo, sottoposto a tutte le intemperie e all'ambiente aperto e inquinato, sovente si blocca, obbligando il tranviere a scendere e a procedere mediante forza bruta e l'ausilio di una leva apposita, con la quale fa scattare comunque lo scambio bloccato. Questo solitamente capita in inverno, quando fa freddo, oppure quando per vari motivi il tram viene deviato su una linea dove è un po' che non passa nulla.
A questo sembra che non ci sia rimedio, visto che anche oggi, quando si pone il problema, l'unica soluzione è sempre quella di procedere a mano. Ovviamente, il ridursi del numero di tram rispetto agli autobus rende sempre meno evidente la problematica.
Per quanto riguarda l'alimentazione elettrica, all'inizio i tram erano dotati di aste metalliche (come i filobus), equipaggiate in cima di una ruota cava, che scorreva lungo il conduttore elettrico, fino al primo sobbalzo o alla prima curva, quando saltava fuori interrompendo l'energia al motore e obbligando il tranviere a scendere e reinserirla nella propria sede.
Era affascinante vedere i tranvieri che si destreggiavano con la fune di ancoraggio dell'asta, tirando e ruotando, per reinserirla al proprio posto. Nei tram corti era semplice, visto che la fune era ancorata dietro e quindi si aveva il colpo d'occhi immediato, ma nei tram lunghi la fune scendeva di fianco, per cui non era semplice azzeccare la posizione giusta e le scintille si sprecavano.
Poi era possibile che, dopo essere ripartiti, al successivo salto o alla successiva curva, si ripetesse nuovamente il tutto, con conseguente disappunto del tranviere, e sovente si imparavano nuovi termini per il proprio vocabolario.
Successivamente le aste sono poi state sostituite dai trolley attuali, che offrono una superficie maggiore, come i treni, e praticamente risulta impossibile lo sganciarsi del contatto dal cavo.
Eppure, malgrado questo, ricordo molti meno ritardi all'epoca che adesso..

6 commenti:

  1. Per la precisione, gli attuali si chiamano "pantografi".
    Ricordo anche io a Milano la "stanghetta" con la rotellona in cima e le scintille, specie quando passavano sotto i separatori di linea (i "levare corrente"), ma all'arrivo dei primi tram a doppia carrozza si e' passati ad un sistema misto (i vecchi Witt 1927 a carrozza singola con la stanghetta e il pantografo, i nuovi multicarrozza solo con il pantografo).
    Man mano che passava il tempo il numero delle linee aeree che venivano adattate per andare solo col pantografo aumentavano sempre piu' fino a far sparire la mitica "stanghetta" da tutti i Witt 1927.

    RispondiElimina
  2. ...quelli che restano chiari e fermi nella mia memoria riguardano gli scambi e l'alimentazione elettrica. Gli scambi sono comandati da impulsi elettrici...

    Eh, certe passioni si manifestano fin dalla tenera età! :)

    RispondiElimina
  3. MK, non c'entra un tubazzo ma ogni singola volta che apro la tua pagina leggo che la tua sorellina è in vendita.

    Non ti chiedo di toglierla, ma almeno riscrivi la frase! :D
    Qualcosa del tipo " In vendita i lavori della mia sorellina ( non lei ) "

    RispondiElimina
  4. La soluzione è evitare tram & filobus, usare tutti solo ed esclusivamente l'auto creando ingorghi apocalittici ed inquinamento devastante, come a Shanghai nell'ora di punta.

    RispondiElimina
  5. @ Valeren: ahahahahah!
    Ok, ho corretto :D

    RispondiElimina
  6. MK, a Milano lo scambio si spacca spesso e volentieri in Porta Genova. Che è trafficata.
    L'ATM è decisamente messa male...

    RispondiElimina

Se questo post è stato scritto da più di 14 giorni, il tuo commento dovrà essere approvato dall'amministratore.
Non preoccuparti se non apparirà immediatamente, non sono sempre online... ;)

Idee regalo della mia sorellina

I LAVORI DELLA MIA SORELLINA
Se siete interessati ai suoi lavori e volete acquistarli o ordinare qualcosa di personalizzato, la potete contattare alla mail:
lqfantasia at gmail dot com

Cloreen, la principessa senza regno

Image and video hosting by TinyPic
Un nuovo autore si affaccia sul panorama letterario con il suo primo romanzo.

Un'avvincente storia fantasy da leggere tutta in un fiato, dove colpi di scena e avventura vi accompagneranno fino alla fine.
Una ragazza che combatte contro il destino e si crea il suo destino.

Adatta per ragazzi e per adulti.
Da leggere!

Prezzo Euro 1,00 (formato ebook e pdf)
Euro 7,00 (+ spese spedizione) cartaceo (pagg.131)

Per ogni informazione potete scrivermi all'email: miky666ykim@gmail.com

Nota: è in vendita anche la copia dell'illustrazione di copertina in formato A4 (20,7 x 29,4), se siete interessati potete mandare richiesta all'indirizzo email lqfantasia@gmail.com.

Per vedere l'immagine potete andare qui.

Vendita computer

Di seguito, espongo le caratteristiche del computer in vendita:

Personal Computer
Scheda madre: ASUS M2NPV-VM
Processore: AMD Athlon 64 X2 Dual Core Processor 3800+
RAM: DIMM 667 MHz 1GiB (espandibile fino a 4)
Scheda video integrata: nVidia GeForce 6150
HDD: Maxtor 6G160P0 da 160 GB (149 GiB)
Porte: seriale, parallela, USB (5), FireWire
Drive: floppy, lettore/masterizzatore CD/DVD
Scheda di rete ethernet e scheda modem per connessione internet
Sistema operativo preinstallato: GNU/Linux Ubuntu 10.04.1 LTS
Programmi preinstallati: tutti quelli compresi nell'installazione di Ubuntu

Eventuale: disponibile monitor CRT 15" o 17"

Elenco hardware presente disponibile

Elenco programmi installati disponibile (tutti quelli compresi in una installazione standard di Ubuntu 10.04.1 LTS)

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Se interessati (e per qualsiasi chiarimento), mandate una mail a miky666ykim@gmail.com


--------------------------------------------------------------------------------------------------------------