Disclaimer

Questo blog utilizza cookie tecnici propri, ma possono essere presenti cookie anche di profilazione di terze parti. Tali cookie serviranno per fornirti una migliore esperienza di navigazione. Se decidi di continuare la navigazione, consideriamo che accetti il loro uso.

Per maggiori informazioni vedere la nostra cookie policy


---------------------

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L’autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.

Appunti dalle Tenebre...

Il mondo è immerso nelle tenebre,
in lontananza un campanile rintocca la mezzanotte,
ancora più lontano si odono lugubri ululati mentre il vento sospinge filamenti di nubi che assumono strane espressioni ultraterrene sorvolando le case...
i miei compagni svolazzano tra le tenebre, sotto forma di pipistrelli,
e io sto cominciando a sentire impellente la necessità di assaporare il fluido scarlatto, il rosso nettare fonte di vita...
le mie membra stanno già avviando i processi di mutazione che mi porteranno a breve a solcare i cieli nelle sembianze di un comune chirottero,
nel mio crudele ma inevitabile ruolo di predatore maledetto della notte...

martedì 20 ottobre 2009

Freddo e freddure..

Ottobre è iniziato in maniera alquanto strana: più che il mese delle caldarroste, delle foglie cadenti e dell'autunno, mi sembra quasi di essere in primavera, a giudicare dal clima mite, dal sole splendente e dalle temperature relativamente alte.
Nel mio nuovo antro solitario, sono obbligato a tenere la finestra aperta, oltre che per il ricambio d'aria, anche per poter sopportare il clima da forno che si crea facilmente (nonché gli odori che giungono dal gabinetto e dal cucinino sotto, visto che la porta si apre direttamente davanti al corridoio del bagno, accanto alla scala a chiocciola).

Tra questo e i mezzi pubblici strafogatissimi (sono ovviamente riprese le scuole, quindi è ritornato praticamente impossibile salire sui veicoli) con conducenti che danno un nuovo significato al termine “pirata della strada”, un poveraccio che ha un solo braccio realmente funzionante (e quindi in grado di tenersi agli appositi sostegni) si trova facilmente in difficoltà.

Lunedì mi sono accorto che erano circa un paio di giorni che avvertivo delle improvvise fitte strane al braccio destro. Sono lievemente preoccupato, dato che sono attualmente in fase di preparazione psicologica per l'intervento chirurgico che dovrebbe sistemare il tendine della mia spalla sinistra, ma avverto subito che le fitte sono diverse come intensità e come durata, inoltre il braccio lo muovo praticamente bene... in breve, non ci faccio caso e decido di andare avanti senza pensieri.

Martedì, invece, in ufficio scopro che non riesco quasi più a muovere il braccio: fitte continue a ogni movimento, dolorosissime da levarmi persino il fiato e non solo. I movimenti sono rigidi e vincolati: sposto il braccio direttamente trascinandolo con la mano sinistra, al punto che faccio che spostarmi il mouse dall'altro lato e impostarlo per la mano sinistra, gestendo il tutto con la sinistra: sia il mouse che la tastiera... vi lascio immaginare le difficoltà intrinseche...
A un certo punto arriva CapoCantierista che mi presenta un nuovo lavoro, spiegandomi che GrandeCapo lo vuole fatto in un qualche modo particolare che non ho capito.
Si tratta sostanzialmente di analizzare i consumi termici di un centro espositivo, allo scopo di ottimizzarne la gestione... già il fatto che si parla di consumi termici mi lascia interdetto, ma evidentemente la TermoCoppia è impegnata in altre cose (almeno, a giudicare dalle continue urla che sento provenire dal mio vecchio ufficio), quindi vediamo cosa fare: copiare dei dati da alcune tabelle in altre tabelle (nulla di speciale, peccato che le tabelle originali siano in PDF e le nuove saranno da realizzare da zero in excel...) ma andiamo avanti.
Una volta copiate le tabelle (usando lui come lettore di stampati), mi dice che GrandeCapo vuole vedere il tutto come diagramma di flusso (in tal periodo tali utenze prendono da tali forniture, in talaltro periodo talaltre utenze prendono da talaltre forniture eccetera) e quindi si tratta di riportare sul foglio excel una serie di disegnini di rettangoli e freccette che soddisfino il flusso diagrammato di GrandeCapo.
Non è semplice, ma riesco infine a disegnare questa serie di linee, rettangoli e freccette, per dare una specie di visualizzazione grafica alle tabelle.
Poi mi dice che ci vanno i risultati disposti in un altro modo... io non riesco più a muovermi, ho le lacrime agli occhi dal dolore e mi manca continuamente il respiro a ogni fitta, quindi mi alzo e gli dico “Siediti qua! Adesso ti dico come fare e lo fai tu!”
Il resto del periodo l'ho passato spiegando i vari movimenti col mouse e i vari comandi per permettere a CapoCantierista di giocare con excel e impostare la tabella secondo le fisime di GrandeCapo... mentre spiegavo, stringendomi il braccio apparentemente morto al petto, trattenevo sovente il respiro, in concomitanza con le fitte dolorosissime, e cercavo di trattenermi dal piangere per il dolore...
Alla fine, CapoCantierista ottiene il risultato voluto e, soddisfatto, se ne va.
A quel punto appare CapoDiFuori, che mi chiede una consulenza veloce su come fare una relazione per un locale esplosivo con il programma che utilizziamo in sede, gli rispondo “Come ho fatto prima con CapoCantierista, ti spiego come agire, ma ti siedi qua tu e operi materialmente!”
Lui si siede al mio posto, attiva il programma e cominciamo a impostare i dati (io dico cosa cliccare e dove scrivere i valori, lui clicca e scrive), e alla fine si rende conto che il risultato iniziale lo soddisfa, quindi salva il tutto e stampa la relazione direttamente sfornata dal programma, copiandosela comunque in formato word, per poterla adattare ai suoi standard...

Vista l'ora, abbandonato ormai da tutti, spengo il computer e cerco di infilarmi il giubbotto.

Il tram del ritorno è stranamente quasi vuoto, al punto che riesco persino a trovare un posto, ma quando giungo alla fermata per scendere, mentre mi alzo e mi approssimo alla porta d'uscita, il tranviere decide di provare la doppietta frenata-accelerata e da quindi uno scossone apocalittico che mi leva completamente il fiato.
Scendo, arrivo a casa e dopo pochi minuti, mi sento all'improvviso un ronzio nelle orecchie e una coltre nera mi copre la testa e la vista.

Dopo un istante, mi rendo conto che mia mamma e mia sorella mi stanno chiamando, e scopro di essere svenuto, per via della pressione insolitamente bassa, a livelli che non credevo nemmeno possibili.

Chiamata immediata alla Guardia Medica, che ovviamente non interviene, ma dice per telefono come farmi superare la crisi (caffè fortissimo con tanto zucchero per far alzare subito la pressione e riposo sdraiato con le gambe in alto per far affluire il sangue al cervello) e così faccio, superando la crisi istantanea.

Al mattino dopo, ovviamente, telefono in ufficio dicendo che non vado e comincio una terapia intensiva a base di applicazioni di magnetoterapia e massaggi con pomate, gel e unguenti vari, su consiglio medico, ovviamente).

Mercoledì, giovedì, venerdì, sabato e domenica passati a studiare astronomia (sia perché non riuscivo a dormire dal dolore, quindi stavo semi-sveglio sul divano, sia perché continuavo a vedere le stelle...), anche se ogni giorno notavo dei deboli miglioramenti... sabato mi sono accorto che riuscivo di nuovo a muovere il braccio e il dolore da fitte acute si era trasformato in un cupo indolenzimento da muscoli troppo a lungo immobilizzati. Domenica ulteriore miglioramento, al punto che lunedì, se non avessi prenotato un'ulteriore visita medica, sarei forse rientrato in ufficio, ma non è stato così: ho approfittato per riprendermi ulteriormente e per ristabilire sufficientemente l'uso del braccio. Ho persino provato a collegarmi ai vari forum, vedendo che riuscivo a gestire sia mouse che tastiera, quindi nessun problema grosso.

E così, dopo una settimana di assenza, martedì mattina rientro finalmente nel mio antro...

6 commenti:

  1. E dopo questo, stai a scrivere su blog? Pensato che forse quello che hai sia RSI?

    Stai bene, MK, prenditi cura.

    RispondiElimina
  2. Possibile ma poco probabile: il medico ha riscontrato proprio sintomi di dolori articolari, ormai sono vecchio e i reumatismi stanno facendo baldoria... ;-)

    Thanks :D

    RispondiElimina
  3. Mi dispiace tantissimo, vedi di rimetterti in sesto!
    Tra parentesi, per le tabelle, se ti servisse ancora / di nuovo: usa Evince per selezionare i dati, e incollali in OpenOffice, poi passali come .xls

    RispondiElimina
  4. Sto continuando con le terapie, e posso ormai dire che è praticamente a posto (almeno questo non è da operare), ma venerdì ho comunque appuntamento con il medico che deciderà se va bene così o se deve farmi un'infiltrazione.

    Grazie :D
    Anche per la dritta sulle tabelle (va bene lo stesso usare Acrobat Reader anziché Evince? Altrimenti mi tocca lavorare da Live...)

    RispondiElimina
  5. Smettila con l'astronomia e cerca di rimetterti presto, mi raccomando!

    RispondiElimina
  6. Adesso non vedo più le stelle, solo asteroidi e meteore...

    Comunque farò il possibile per rimettermi a posto, grazie :D

    RispondiElimina

Se questo post è stato scritto da più di 14 giorni, il tuo commento dovrà essere approvato dall'amministratore.
Non preoccuparti se non apparirà immediatamente, non sono sempre online... ;)

Idee regalo della mia sorellina

I LAVORI DELLA MIA SORELLINA
Se siete interessati ai suoi lavori e volete acquistarli o ordinare qualcosa di personalizzato, la potete contattare alla mail:
lqfantasia at gmail dot com

Cloreen, la principessa senza regno

Image and video hosting by TinyPic
Un nuovo autore si affaccia sul panorama letterario con il suo primo romanzo.

Un'avvincente storia fantasy da leggere tutta in un fiato, dove colpi di scena e avventura vi accompagneranno fino alla fine.
Una ragazza che combatte contro il destino e si crea il suo destino.

Adatta per ragazzi e per adulti.
Da leggere!

Prezzo Euro 1,00 (formato ebook e pdf)
Euro 7,00 (+ spese spedizione) cartaceo (pagg.131)

Per ogni informazione potete scrivermi all'email: miky666ykim@gmail.com

Nota: è in vendita anche la copia dell'illustrazione di copertina in formato A4 (20,7 x 29,4), se siete interessati potete mandare richiesta all'indirizzo email lqfantasia@gmail.com.

Per vedere l'immagine potete andare qui.

Vendita computer

Di seguito, espongo le caratteristiche del computer in vendita:

Personal Computer
Scheda madre: ASUS M2NPV-VM
Processore: AMD Athlon 64 X2 Dual Core Processor 3800+
RAM: DIMM 667 MHz 1GiB (espandibile fino a 4)
Scheda video integrata: nVidia GeForce 6150
HDD: Maxtor 6G160P0 da 160 GB (149 GiB)
Porte: seriale, parallela, USB (5), FireWire
Drive: floppy, lettore/masterizzatore CD/DVD
Scheda di rete ethernet e scheda modem per connessione internet
Sistema operativo preinstallato: GNU/Linux Ubuntu 10.04.1 LTS
Programmi preinstallati: tutti quelli compresi nell'installazione di Ubuntu

Eventuale: disponibile monitor CRT 15" o 17"

Elenco hardware presente disponibile

Elenco programmi installati disponibile (tutti quelli compresi in una installazione standard di Ubuntu 10.04.1 LTS)

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Se interessati (e per qualsiasi chiarimento), mandate una mail a miky666ykim@gmail.com


--------------------------------------------------------------------------------------------------------------