In ordine alfabetico...

Alla faccia della fiducia!
Bel sistema di lavorare!
Che razza di deficiente!
Devo smetterla di imprecare, altrimenti finisce male!
E' meglio che spieghi tutto dall'inizio!
Fino a ieri sera tardi, è stato qui CapoDiFuori, che porta dentro solo guai.
Generalmente, la cosa non mi tocca più di tanto (specie da quanto sono nel mio antro in solitaria), ma stavolta le conseguenze sono state nefaste pure per me, nel senso che sono stato coinvolto nella fase conclusiva di un lavoro iniziato nel lontano 2003 (siamo a fine 2009, pensate un po' voi).
Ho quindi ricevuto, nel pomeriggio, la visita di CapoCantierista, che fa normalmente da spola tra CapoDiFuori e me, visto che ci sono di mezzo ben 2 uffici e un intero atrio da attraversare in mezzo al freddo e al gelo. CapoCantierista mi ha accennato che una delle ditte responsabili del suddetto lavoro ha pensato bene di fallire e dileguarsi senza consegnare alcuna documentazione, e lo stabilimento ha ora necessità di produrre la suddetta documentazione per ottenere il famigerato CPI (Certificato Prevenzione Incendi) da parte dei Vigili del Fuoco (si tratta di uno stabilimento ad alto rischio di incendio e di esplosione).
Ingenuamente, mi è scappata la frase più logica in merito alla situazione stessa che si era venuta a creare, e l'ho detta chiaramente “Il nostro compito è individuare tutte le aree coperte da certificazioni per i lavori svolti, e poi stabilire, per le aree non coperte, se è possibile fare noi stessi una dichiarazione di rispondenza, che sostituisca le dichiarazioni di conformità mancanti, ovviamente verificando prima che gli impianti esistenti in tali aree siano conformi alle normative e alle disposizioni di legge! E scaricando dai siti dei costruttori degli apparecchi antideflagranti le certificazioni che ci serviranno!”
La risposta era quella giusta, sia perché l'ho detta io, che perché è l'unica cosa fattibile in una situazione simile (ben venga la 37/08 che ha sostituito l'ormai antiquata 46/90 definendo finalmente questa pratica alternativa indispensabile), ma non immaginavo mai a che cosa sarei andato incontro!
Mi sono subito chiesto, vedendo l'espressione di CapoCantierista, cosa fosse successo, ma la risposta è stata questa: “CapoDiFuori ieri ha fatto un sopralluogo e ha segnato i codici delle apparecchiature site dentro la cabina del metano!” al ché ha fatto seguito la mia domanda “Ok, e adesso?”
Naturalmente, presentivo come sarebbe finita la discussione, ma ho aspettato lo stesso la risposta “Adesso si tratta di scaricare da internet le certificazioni, ma io non sono capace!”
Ovviamente avevo intuito dove voleva andare a parare, così ho preso il foglio con le sigle scritte a manina da CapoDiFuori, ho aperto firefox e ho cercato di decifrare i geroglifici scritti, cosa complicata non avendo a disposizione la Stele di Rosetta, quando ecco che scoppia il primo casino!
Parte subito la prima serie di imprecazioni: “Porc... Ma che caxxo c'è?” I filtri che SuperAmministratore ha messo su internet mi hanno stroncato ogni possibilità di ricerca, dato che molti dei siti aziendali che cercavo venivano classificati come elementi ostili, per cui non si aprivano le rispettive pagine (e il mio atto di insubordinazione nel tentare di accedere a tali pagine sarebbe stato riferito a SuperAmministratore direttamente)
Quei pochi siti che riuscivo ad aprire comunque avevano però filmati flash di presentazione e immagini dei prodotti in jpg che naturalmente sono filtrati e bloccati, per cui non riuscivo a capire nulla (alla faccia dei sedicenti uebb-desainer che li hanno fatti sbagliando prima il collegamento dell'organo di comando del loro corpo, visto che evidentemente erano convinti che il cervello stia in mezzo alle gambe e non in mezzo alle orecchie, o seguivano la famosa barzelletta su chi sia il vero capo del corpo umano...).
Riempiendo l'ambiente di imprecazioni e bestemmie varie e assortite (e meno male che non c'era RSPCapo, altrimenti mi avrebbe denunciato immediatamente al Tribunale della Santa Incu...Inquisizione!), ho aperto uno dei pochissimi siti cui riesco ad accedere comunque (non le storie della sala macchine, un altro), e ho scoperto che qualche uebb-desainer con un briciolo di cervello c'è ancora: il sito si è aperto in versione semi testuale, permettendomi comunque di procedere.
Scartabellando tra i vari link e collegamenti, ho visto che sono arrivato alla pagina dei cataloghi, da dove ho preso le informazioni sui vari prodotti, scoprendo che praticamente tutti i modelli esistenti nella lista sono in realtà fatti da una casa costruttrice di Krukkolandia! ...e inoltre ho scoperto che costoro erano i referenti italiani dei suddetti krukki!
Tra l'altro, ho anche scoperto che costoro avevano a disposizione una serie incredibile di certificazioni belle e pronte, per ciascun prodotto che loro stessi producevano/rivendevano.
Una volta capito il sistema, ho notato che le certificazioni avevano la stessa siglatura precisa indicata tra i geroglifici di CapoDiFuori, per cui mi sono automaticamente salvato il sito tra i pochissimi preferiti e scaricato tutte le certificazioni esistenti (quelle che non servono per la cabina metano serviranno per gli altri locali: deposito bombole, centrale infiammabili, deposito esplosivi, impianto di distribuzione gas, eccetera...)
Veramente un grandissimo colpo di fortuna, che non ho capito come possa essere capitato a me, e soprattutto cosa dovrà capitarmi adesso per compensare e rientrare nella mia solita e tradizionale sfiga cosmica!
Zoccola bagascia! Ecco il livello del mio buonumore in questo momento! Ho appena scoperto come si è riequilibrata la bilancia della mia sfiga cosmica!

...

Che vuol dire che non avete capito il titolo? Leggete la prima lettera iniziale di ogni frase!

Commenti

  1. E per una volta che il destino sembrava sorridere, in realtà stava solo cincischiando per avere più tempo di distribuire il sabbione grosso...
    Comunque, simpatico esercizio. ¡Me gusta!

    RispondiElimina
  2. Grassie, anche se in fondo era involontario: mi è uscita così la parte centrale, quindi ho fatto un paio di modifiche iniziali e finali e ho completato il tutto.

    RispondiElimina
  3. Delizioso, l'ordine alfabetico! Lo sbattimento meno.

    RispondiElimina
  4. Esattamente. Che poi sbattimento nemmeno tanto, se non ci fossero stati quei millemila problemi con i filtri... e la fretta incredibile di consegnare tutto prima ancora di riceverlo... o meglio nel tempo giusto, se solo certa gente evitasse di mettersi la roba nel cassetto e dimenticarla fino a che non arriva la telefonata del cliente che vuol sapere a che punto è il lavoro, ma vabbè: è così dappertutto!

    RispondiElimina
  5. Bel racconto, e l'ordine alfabetico è una chicca non indifferente!

    Onesto: meriti l'esilio :p

    RispondiElimina
  6. Grazie :D

    > Onesto: meriti l'esilio :p

    E infatti mi hanno dato l'esilio ;)

    RispondiElimina

Posta un commento

Tranquillo, il tuo commento dovrà essere approvato dall'amministratore.
Non preoccuparti se non apparirà immediatamente, non sono sempre online... ;)

Post popolari in questo blog

Il ritorno...

Comincia il lavoro

Primo incontro!