Disclaimer

Questo blog utilizza cookie tecnici propri, ma possono essere presenti cookie anche di profilazione di terze parti. Tali cookie serviranno per fornirti una migliore esperienza di navigazione. Se decidi di continuare la navigazione, consideriamo che accetti il loro uso.

Per maggiori informazioni vedere la nostra cookie policy


---------------------

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L’autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.

Appunti dalle Tenebre...

Il mondo è immerso nelle tenebre,
in lontananza un campanile rintocca la mezzanotte,
ancora più lontano si odono lugubri ululati mentre il vento sospinge filamenti di nubi che assumono strane espressioni ultraterrene sorvolando le case...
i miei compagni svolazzano tra le tenebre, sotto forma di pipistrelli,
e io sto cominciando a sentire impellente la necessità di assaporare il fluido scarlatto, il rosso nettare fonte di vita...
le mie membra stanno già avviando i processi di mutazione che mi porteranno a breve a solcare i cieli nelle sembianze di un comune chirottero,
nel mio crudele ma inevitabile ruolo di predatore maledetto della notte...

venerdì 15 ottobre 2010

Quel ramo del lago di Como

Io sono uno di quelli che evidentemente non impara mai.
Sapevo benissimo che andare in vacanza nelle terre dei longobardi NON è cosa buona e giusta, ma questo non toglie che ci ricascai.
Perché andare solo al Lago Maggiore?
In Lombardia ci sono diversi laghi, ricchi di arte e cultura, quindi perché non andare a vedere le terre che hanno fatto da sfondo al più famoso romanzo storico italiano?
La sorellina trova un alberghetto su internet e prenota per tre notti (con la possibilità di ampliare a una settimana).
Detto fatto, partenza e via: destinazione Como.

L’autostrada Torino Milano era già preda delle devastazioni allucinanti dell’alta velocità, quindi procedetti con la dovuta cautela fino all’uscita di Milano, dove cominciarono le difficoltà di inserimento nella giusta coda per procedere verso Como, dato che evidentemente le segnalazioni in Lombardia costavano troppo all’epoca..
Superata l’imbarazzante difficoltà di chi arriva da una corsia e scopre solo all’ultimo istante di doversi spostare dalla parte opposta, mi trovai a pagare una tariffa abbastanza spropositata (per uno che era abituato alle tariffe delle strade statali piemontesi e valdostane..) per poi immettermi in una strada che mi portò a Como.
Dopo parecchie informazioni, giunsi all’hotel (scoprendo subito che non era quello rappresentato nelle foto su internet), chiesi dov’era il posteggio interno e mi indicarono una piazzetta nella via laterale, con una catena che circondava un paio di posti auto disegnati (il ragazzo venne con me, aprì il lucchetto della catena e lo richiuse non appena infilai la macchina).
Portate le valige dentro, scoprii che quell’albergo doveva essere rimasto all’epoca manzoniana, inoltre scoprii che la tanto decantata vista lago funzionava solo dalla cima del tetto, mentre dalla camera c’era una splendida vista cortile con immondezzaio..
In quel momento mi rammentai di tutte le volte che mi sono sempre trovato male in Lombardia e di come ogni volta giuro che non ci ricascherò... prima di ricascarci... e il bello è che lo giuro sulla testa di Maria Antonietta, che possa cascare se ci ricasco!!!

Vabbè, bisogna sempre cercare il meglio ovunque!

Como si è rivelata comunque una simpatica cittadina, anche se era evidente che l’evoluzione si fosse bloccata all’epoca manzoniana.
Chiese e monumenti contornati da episodi e ricordi della pestilenza la facevano da padroni.
La navigazione turistica sul lago era gradevole come quella dell’altro lago, anche se il tour completo terminava in un paese che si chiamava Colica (???) e che lasciava presagire solo problemi... ma nonostante tutto venivano mostrate con enfasi le ville di personaggi che sicuramente saranno famosi, da come ne parlavano tutti, peccato che, non seguendo le riviste di gossip, non sapevo di chi stessero parlando.
Notevole il museo dedicato a Volta, illustre aborigeno famoso per l’unità di misura della tensione e per la pila elettrica (con la quale pare avesse fatto rizzare i capelli anche a Napoleone, che così era sembrato meno pelato e più alto...)
Visto tutto quello che c’era da vedere, decidemmo di superare le 3 notti e tornare infine alla civiltà, per la serie “Ok, vista anche questa: adesso possiamo dimenticarcene!”

3 commenti:

  1. Ciao, mi spiace che tu abbia avuto brutte esperienza, in realtà si tratta di una zona che soprattutto in estate è veramente molto bella, anche la zona di Bellagio..poi a mio parere è carino, visto che sei a Como, visto e considerato il prezzo degli hotel svizzeri, fare un giro anche nella svizzera italiana, lugano, fino ad arrivare al san gottardo (il passo, rigorosamente in estate), oltretutto anche il ramo di lecco, con mandello del lario e tutta la costa meritano di essere visti..questi a mio parere sono solo alcuni esempi..

    Daniele

    ps...cmq è Colico
    pps sono milanese :-)

    RispondiElimina
  2. Ciao e benvenuto :-)

    Spero che sia migliorata dall'epoca di questa storia, ma dubito comunque di tornarci a breve (anche perchè ricordo ancora troppo bene l'indirizzo di quell'hotel di imbroglioni e conosco troppo bene il mio caratteraccio).

    RispondiElimina
  3. Commento aparte:
    "Napoleon's height was 5 ft 2 French inches according to Antommarchi at Napoleon's autopsy and British sources put his height at 5 foot and 7 British inches: both equivalent to 1.7 m.[155] Napoleon surrounded himself with tall bodyguards and had a nickname of le petit caporal which was an affectionate term that reflected his reported camaraderie with his soldiers rather than his height."

    RispondiElimina

Se questo post è stato scritto da più di 14 giorni, il tuo commento dovrà essere approvato dall'amministratore.
Non preoccuparti se non apparirà immediatamente, non sono sempre online... ;)

Idee regalo della mia sorellina

I LAVORI DELLA MIA SORELLINA
Se siete interessati ai suoi lavori e volete acquistarli o ordinare qualcosa di personalizzato, la potete contattare alla mail:
lqfantasia at gmail dot com

Cloreen, la principessa senza regno

Image and video hosting by TinyPic
Un nuovo autore si affaccia sul panorama letterario con il suo primo romanzo.

Un'avvincente storia fantasy da leggere tutta in un fiato, dove colpi di scena e avventura vi accompagneranno fino alla fine.
Una ragazza che combatte contro il destino e si crea il suo destino.

Adatta per ragazzi e per adulti.
Da leggere!

Prezzo Euro 1,00 (formato ebook e pdf)
Euro 7,00 (+ spese spedizione) cartaceo (pagg.131)

Per ogni informazione potete scrivermi all'email: miky666ykim@gmail.com

Nota: è in vendita anche la copia dell'illustrazione di copertina in formato A4 (20,7 x 29,4), se siete interessati potete mandare richiesta all'indirizzo email lqfantasia@gmail.com.

Per vedere l'immagine potete andare qui.

Vendita computer

Di seguito, espongo le caratteristiche del computer in vendita:

Personal Computer
Scheda madre: ASUS M2NPV-VM
Processore: AMD Athlon 64 X2 Dual Core Processor 3800+
RAM: DIMM 667 MHz 1GiB (espandibile fino a 4)
Scheda video integrata: nVidia GeForce 6150
HDD: Maxtor 6G160P0 da 160 GB (149 GiB)
Porte: seriale, parallela, USB (5), FireWire
Drive: floppy, lettore/masterizzatore CD/DVD
Scheda di rete ethernet e scheda modem per connessione internet
Sistema operativo preinstallato: GNU/Linux Ubuntu 10.04.1 LTS
Programmi preinstallati: tutti quelli compresi nell'installazione di Ubuntu

Eventuale: disponibile monitor CRT 15" o 17"

Elenco hardware presente disponibile

Elenco programmi installati disponibile (tutti quelli compresi in una installazione standard di Ubuntu 10.04.1 LTS)

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Se interessati (e per qualsiasi chiarimento), mandate una mail a miky666ykim@gmail.com


--------------------------------------------------------------------------------------------------------------