Disclaimer

Questo blog utilizza cookie tecnici propri, ma possono essere presenti cookie anche di profilazione di terze parti. Tali cookie serviranno per fornirti una migliore esperienza di navigazione. Se decidi di continuare la navigazione, consideriamo che accetti il loro uso.

Per maggiori informazioni vedere la nostra cookie policy


---------------------

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L’autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.

Appunti dalle Tenebre...

Il mondo è immerso nelle tenebre,
in lontananza un campanile rintocca la mezzanotte,
ancora più lontano si odono lugubri ululati mentre il vento sospinge filamenti di nubi che assumono strane espressioni ultraterrene sorvolando le case...
i miei compagni svolazzano tra le tenebre, sotto forma di pipistrelli,
e io sto cominciando a sentire impellente la necessità di assaporare il fluido scarlatto, il rosso nettare fonte di vita...
le mie membra stanno già avviando i processi di mutazione che mi porteranno a breve a solcare i cieli nelle sembianze di un comune chirottero,
nel mio crudele ma inevitabile ruolo di predatore maledetto della notte...

venerdì 2 maggio 2014

Italians on the street!

Quella mattina, approfittando della bella giornata, stavo andando a piedi verso il nuovo ufficio, che peraltro non è poi molto distante da dove abito, approfittando dell’occasione per respirare un poco di aria inquinata (che a noi torinesi fa sempre bene, permettendoci di ricordare l’ambiente famigliare) e nel frattempo dedicandomi alla visione delle fanciulle serbe, che normalmente merita parecchio, specie quando si passa vicino a un liceo!
Superato il liceo, e attraversata la strada, faccio un cenno di saluto a GrandeCapo che sta entrando nella panetteria per comprarsi qualche cosa da mangiucchiare in una seconda colazione pre-spuntino da prima del pranzo (poveraccio: lavora troppo, deve quindi nutrirsi molto! :P )
Un istante dopo, mentre procedo verso l’ufficio, sento un rapido rumore di tacchi in avvicinamento, ma l’incredibile presenza femminile nell’ambiente mi impedisce di preoccuparmi più di tanto, almeno fino a quando questi tacchetti sono immediatamente dietro di me e accennano al sorpasso (qualche impiegata che rischia di essere in ritardo sul lavoro, immagino) e mi scosto un pochino per lasciarla passare, ma non sorpassa: sento una mano avvinghiarsi alla mia e una voce sensuale sussurrarmi “Ciao MK!”
Mi volto “Ciao PornoStar! Kako si? (come stai?)” “Dobro, hvala, ti? (bene, grazie, e te?)”
Facciamo quindi gli ultimi metri prima dell’ufficio chiacchierando del più e del meno, in inglese (il mio serbo si limita a poche parole, per fare conversazione) con lei che fa la gatta morta avvolgendosi attorno al mio braccio, peraltro obbligandomi a tenerlo disteso e di conseguenza con la mano pericolosamente vicina a certe zone che tendono a diventare pericolosissime, quando appartengono a una collega pericolosa come lei!
Un attimo prima di entrare, la sento che mi dice “All italians are on the street today!” “Beh, con la crisi che c’è, non è difficile!” rispondo io, lei si mette a ridere e mi indica colui che sta attraversando la strada, ovvero CapoCantierista, che si avvicina a noi, o meglio a lei, e le chiede qualcosa su qualche offerta che deve essere fatta (e che lei dovrebbe mandare al cliente)
Ovviamente, mi rendo conto che mi tocca ancora una volta fare da interprete, e così traduco la richiesta di CapoCantierista, ma vedo che lei sorride, e risponde in un italiano sufficientemente chiaro, così dico “Bene! Allora vedo che posso smettere di farvi da interprete, dato che anche lei ormai parla italiano! Meglio... per me e per voi!” “Ma sta bravo, che con te si è avvinghiata come fosse una gatta in calore...” risponde lui, facendomi voltare verso di lei per vedere se ha capito e come reagirà a questa frase molto poco gentile... Per fortuna, il suo sguardo confuso mi fa capire che non ha capito, e infatti mi dice “Translate, please!” “Niente di che, ha detto che è geloso del fatto che sei avvinghiata al mio braccio e non al suo!” ho risposto, mentendo.
Lei scoppia a ridere, si stacca da me, lo abbraccia e lo bacia sulle guance, i soliti 3 bacetti serbi, poi chiede in italiano “Adesso ok? Tu contento?”
Lui si mette a ridere e io chiudo la partita “Bella roba! Lui è appena arrivato e subito baci e abbracci, e a me niente!”
Ancora una volta, lei si mette a ridere, mi abbraccia ed elargisce i 3 bacetti anche a me, poi entra in ufficio, e io mi volto verso CapoCantierista “Dai, anche stavolta ti ho salvato! Meno male che non capisce quasi niente di italiano!” “Salvato? Sapevo benissimo che non capisce niente! Quella tr... capisce solo una cosa!”
“Continua, e la prossima volta che mi chiede di tradurre, lo faccio sul serio! Vai a lavorare, dai, che è meglio!” e mi infilo dentro l’ufficio anch’io, incurante della risposta.

2 commenti:

  1. Ma che bella mentalità, il collega. "I tempi cambiano, ma gli stronzi rimangono quei begli stronzi di una volta" (cit.)

    RispondiElimina

Se questo post è stato scritto da più di 14 giorni, il tuo commento dovrà essere approvato dall'amministratore.
Non preoccuparti se non apparirà immediatamente, non sono sempre online... ;)

Idee regalo della mia sorellina

I LAVORI DELLA MIA SORELLINA
Se siete interessati ai suoi lavori e volete acquistarli o ordinare qualcosa di personalizzato, la potete contattare alla mail:
lqfantasia at gmail dot com

Cloreen, la principessa senza regno

Image and video hosting by TinyPic
Un nuovo autore si affaccia sul panorama letterario con il suo primo romanzo.

Un'avvincente storia fantasy da leggere tutta in un fiato, dove colpi di scena e avventura vi accompagneranno fino alla fine.
Una ragazza che combatte contro il destino e si crea il suo destino.

Adatta per ragazzi e per adulti.
Da leggere!

Prezzo Euro 1,00 (formato ebook e pdf)
Euro 7,00 (+ spese spedizione) cartaceo (pagg.131)

Per ogni informazione potete scrivermi all'email: miky666ykim@gmail.com

Nota: è in vendita anche la copia dell'illustrazione di copertina in formato A4 (20,7 x 29,4), se siete interessati potete mandare richiesta all'indirizzo email lqfantasia@gmail.com.

Per vedere l'immagine potete andare qui.

Vendita computer

Di seguito, espongo le caratteristiche del computer in vendita:

Personal Computer
Scheda madre: ASUS M2NPV-VM
Processore: AMD Athlon 64 X2 Dual Core Processor 3800+
RAM: DIMM 667 MHz 1GiB (espandibile fino a 4)
Scheda video integrata: nVidia GeForce 6150
HDD: Maxtor 6G160P0 da 160 GB (149 GiB)
Porte: seriale, parallela, USB (5), FireWire
Drive: floppy, lettore/masterizzatore CD/DVD
Scheda di rete ethernet e scheda modem per connessione internet
Sistema operativo preinstallato: GNU/Linux Ubuntu 10.04.1 LTS
Programmi preinstallati: tutti quelli compresi nell'installazione di Ubuntu

Eventuale: disponibile monitor CRT 15" o 17"

Elenco hardware presente disponibile

Elenco programmi installati disponibile (tutti quelli compresi in una installazione standard di Ubuntu 10.04.1 LTS)

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Se interessati (e per qualsiasi chiarimento), mandate una mail a miky666ykim@gmail.com


--------------------------------------------------------------------------------------------------------------