Disclaimer

Questo blog utilizza cookie tecnici propri, ma possono essere presenti cookie anche di profilazione di terze parti. Tali cookie serviranno per fornirti una migliore esperienza di navigazione. Se decidi di continuare la navigazione, consideriamo che accetti il loro uso.

Per maggiori informazioni vedere la nostra cookie policy


---------------------

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L’autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.

Appunti dalle Tenebre...

Il mondo è immerso nelle tenebre,
in lontananza un campanile rintocca la mezzanotte,
ancora più lontano si odono lugubri ululati mentre il vento sospinge filamenti di nubi che assumono strane espressioni ultraterrene sorvolando le case...
i miei compagni svolazzano tra le tenebre, sotto forma di pipistrelli,
e io sto cominciando a sentire impellente la necessità di assaporare il fluido scarlatto, il rosso nettare fonte di vita...
le mie membra stanno già avviando i processi di mutazione che mi porteranno a breve a solcare i cieli nelle sembianze di un comune chirottero,
nel mio crudele ma inevitabile ruolo di predatore maledetto della notte...

venerdì 24 gennaio 2014

Nuovo ordine

L'orda dei barbari era quindi calata nel nuovo ufficio!

Ritrovammo i vecchi colleghi, ritrovammo Herr Direktor, ritrovammo la nostra Segretaria, facemmo conoscenza con la nuova Contabile e ritrovammo anche PornoStar, che era talmente felice di averci tutti lì che pareva dovesse sterminarci da un momento all'altro!

A seguito di quanto sopra, vista la gioia negli occhi delle fanciulle e dei colleghi ormai convinti di non aver mai più a che fare con noi rozzi cantieristi, ci rintanammo nel nostro open space e da lì restammo in attesa di convocazioni presso il piano superiore (dove, oltre ai suddetti colleghi, vi erano gli uffici presidenziali) e le uniche visioni di cotanta beltà si avevano solo quando le suddette entravano, uscivano o scendevano per uscire a fumare, obbligate in tali occasioni a salutare i colleghi già presenti, almeno i serbi (alcune volte si voltavano verso di me e aggiungevano un "ciao" ma nella maggior parte delle volte mi accontentavo del generico "dobro iutro!" mattutino e "dobro vecer!" serale (non è che mi importasse più di tanto che mi salutassero: l'importante era solo che non mi sparassero addosso, che da queste parti i kalashnikov sono piuttosto comuni...)
Per il resto della giornata, la nostra unica visione di bellezza femminile serba era l'allegra presenza di Ingegnera che, essendo parte dello staff produttivo, sedeva con noi nell'open space, collaborava con i lavori e, verso metà mattina, mi preparava pure un delizioso nescafè, con l'acqua del boccione.


Comunque le cose non potevano certo durare a lungo in tali condizioni, in quanto le scissioni e le divisioni dovevano esser ricomposte, la lama che fu spezzata doveva esser riforgiata, per ottenere una spada pronta a essere usata contro qualsiasi avversario, e questi cambiamenti futuri erano già nella mente di chi aveva il potere assoluto, o comunque agiva per ottenerlo senza alcun vincolo restrittivo da parte di terzi: la democrazia è per gli ateniesi, questa è sparta!!!

GrandeCapo, in prima persona personalmente e di persona, aveva riferito al suo vice i vari cambiamenti che aveva intenzione di attuare, e lui era giunto a dirceli pure a noi, in una strana forma di solidarietà nazionale: ormai eravamo in 5 italici, una vera minoranza etnica, e i colleghi serbi si sentivano sempre più forti e spadroneggianti.

Da queste pseudo riunioni, venni a sapere che le intenzioni di GrandeCapo erano di stravolgere completamente l'ordine pubblico creato dal precedente ResponsabileCantiere (sotto i fumi dell'alcool, a detta di GrandeCapo) sostituendolo con un nuovo ordine creato a sua immagine e somiglianza (sotto i fumi di qualcosa non proprio coincidente col tabacco, a detta di CapoCantierista)
Nulla di straordinario, per quanto mi riguardasse, ma qualcosa mi faceva pensare a delle incongruenze in questo nuovo ordine: niente di definito, solo una sensazione interna, come un tremito nella Forza, qualcosa che percepivo ma non riuscivo a individuare, eppure sapevo che c'era, e dovevo capire dove e cosa fosse il prima possibile!

E l'occasione si pose immediatamente, quando seppi che, nel giro di alcuni giorni, sarebbe giunto tra noi mortali proprio GrandeCapo in persona!

10 commenti:

  1. Cribbio! Sembra una storia sempre più fantozziana. Fa pensare al Duca-conte Piercarlo Ingegner Semenzara. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sei molto distante dalla realta' :-)

      Elimina
    2. Curioso, se immagini il Post letto dalla voce di Paolo Villaggio non sembra poi tanto fuori luogo...

      Elimina
    3. Se non fosse che è impossibile per ovvi motivi, giurerei che mi ha spudoratamente copiato, quando ha creato il suo personaggio... ;-)

      Elimina
  2. Risposte
    1. Grande personaggio... in senso negativo, ovviamente... ;-)

      Elimina
  3. Dal preambolo sembra dover essere necessario camminare rasente ai muri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, con indosso mutande di latta, infatti nel nuovo ufficio mi sono sistemato nell'angolo piu' lontano da qualsiasi porta/finestra/apertura, e da cui posso tenere immediatamente d'occhio ogni tentativo di avvicinamento del nemico, chiunque esso sia: questione di sopravvivenza... :-P

      Elimina
  4. È proprio vero: quando arrivi a toccare il fondo, ti accorgi che è in discesa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente! E anche molto ripida come discesa... ;-)

      Elimina

Se questo post è stato scritto da più di 14 giorni, il tuo commento dovrà essere approvato dall'amministratore.
Non preoccuparti se non apparirà immediatamente, non sono sempre online... ;)

Idee regalo della mia sorellina

I LAVORI DELLA MIA SORELLINA
Se siete interessati ai suoi lavori e volete acquistarli o ordinare qualcosa di personalizzato, la potete contattare alla mail:
lqfantasia at gmail dot com

Cloreen, la principessa senza regno

Image and video hosting by TinyPic
Un nuovo autore si affaccia sul panorama letterario con il suo primo romanzo.

Un'avvincente storia fantasy da leggere tutta in un fiato, dove colpi di scena e avventura vi accompagneranno fino alla fine.
Una ragazza che combatte contro il destino e si crea il suo destino.

Adatta per ragazzi e per adulti.
Da leggere!

Prezzo Euro 1,00 (formato ebook e pdf)
Euro 7,00 (+ spese spedizione) cartaceo (pagg.131)

Per ogni informazione potete scrivermi all'email: miky666ykim@gmail.com

Nota: è in vendita anche la copia dell'illustrazione di copertina in formato A4 (20,7 x 29,4), se siete interessati potete mandare richiesta all'indirizzo email lqfantasia@gmail.com.

Per vedere l'immagine potete andare qui.

Vendita computer

Di seguito, espongo le caratteristiche del computer in vendita:

Personal Computer
Scheda madre: ASUS M2NPV-VM
Processore: AMD Athlon 64 X2 Dual Core Processor 3800+
RAM: DIMM 667 MHz 1GiB (espandibile fino a 4)
Scheda video integrata: nVidia GeForce 6150
HDD: Maxtor 6G160P0 da 160 GB (149 GiB)
Porte: seriale, parallela, USB (5), FireWire
Drive: floppy, lettore/masterizzatore CD/DVD
Scheda di rete ethernet e scheda modem per connessione internet
Sistema operativo preinstallato: GNU/Linux Ubuntu 10.04.1 LTS
Programmi preinstallati: tutti quelli compresi nell'installazione di Ubuntu

Eventuale: disponibile monitor CRT 15" o 17"

Elenco hardware presente disponibile

Elenco programmi installati disponibile (tutti quelli compresi in una installazione standard di Ubuntu 10.04.1 LTS)

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Se interessati (e per qualsiasi chiarimento), mandate una mail a miky666ykim@gmail.com


--------------------------------------------------------------------------------------------------------------