Disclaimer

Questo blog utilizza cookie tecnici propri, ma possono essere presenti cookie anche di profilazione di terze parti. Tali cookie serviranno per fornirti una migliore esperienza di navigazione. Se decidi di continuare la navigazione, consideriamo che accetti il loro uso.

Per maggiori informazioni vedere la nostra cookie policy


---------------------

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L’autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.

Appunti dalle Tenebre...

Il mondo è immerso nelle tenebre,
in lontananza un campanile rintocca la mezzanotte,
ancora più lontano si odono lugubri ululati mentre il vento sospinge filamenti di nubi che assumono strane espressioni ultraterrene sorvolando le case...
i miei compagni svolazzano tra le tenebre, sotto forma di pipistrelli,
e io sto cominciando a sentire impellente la necessità di assaporare il fluido scarlatto, il rosso nettare fonte di vita...
le mie membra stanno già avviando i processi di mutazione che mi porteranno a breve a solcare i cieli nelle sembianze di un comune chirottero,
nel mio crudele ma inevitabile ruolo di predatore maledetto della notte...

venerdì 15 giugno 2012

Partenza per il fronte


Come dicevo è fatta! Sono stato arruolato per questa squadra di invasione in Serbia.

Preparati i documenti e superate le grane già ricordate, mi sono quindi trovato pronto alla partenza, con la mia valigia, in attesa dell'autobus per Malpensa.

Partito, ho visto scorrere come un fiume in piena i luoghi della mia vita precedente, i territori piemontesi, ogni località che conoscevo e amavo, e una lacrima scese dai miei occhi mentre l'autobus correva verso la sua destinazione finale.

Avevo una sensazione mista di gioia e di timore: gioia per il viaggio che mi si prospettava davanti, gioia per aver visto realmente la luce dopo il tunnel, gioia per sapere che stavo per partecipare a qualcosa di grosso, qualcosa che finalmente mi avrebbe dato la possibilità di acquisire i meriti che non ero mai riuscito ad acquisire, sfruttato da chiunque. E nel contempo timore, timore per i problemi che avrei incontrato, primo tra tutti la lingua che non capisco, le difficoltà di comunicare in inglese quando la propria professoressa si è vista solo per 3 mesi in 3 anni di corso. E poi timore di sbagliare, di creare disastri, di salvaguardare la propria incolumità, timore di salire su uno di quei bestioni di acciaio, sui quali non ero mai salito prima e non sapevo se avrei avuto reazioni negative.

Ma alla fine non ho avuto nessuna reazione negativa, sono giunto a Malpensa che avevo nell'animo solo più la sensazione di aver davanti qualcosa di grande e meraviglioso, anche se lasciavo in Italia gli affetti più cari: mia mamma, mia sorella e anche lei, la donna che amavo e amo tuttora follemente, colei che ho atteso per anni e, poco dopo averla trovata, ho visto sfuggire, ho dovuto lasciarla non senza rimorsi, con il cuore pesante come cemento, sperando solo di poterla rivedere ancora quando sarei tornato in Italia, ma gli accordi iniziali parlavano di una volta al mese per i rientri.

Eppure, quando sono sceso a Malpensa, sentivo che quello che avevo davanti non era la fine di un mondo ma l'inizio di una nuova vita e una nuova avventura, e fu con questa sensazione che mi incamminai verso l'aeroporto seguendo il mio accompagnatore.

5 commenti:

  1. E nel retro del cervello, i racconti del nonno alpino sulla ritirata dal Don...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eheheh... :)
      Capisco benissimo cosa intendi, anche se in realta` era un mio zio che ha partecipato alla gelida disfatta russa. Mio nonno non era alpino e non era sul Don ma nel torrido deserto nordafricano, e i suoi racconti andavano piu` verso Tobruk, El Alamein e altri dettagli poco noti di quelle lande misteriose... ma questa potrebbe essere un'altra storia (o un'altra saga, visto il quantitativo di materiale, anche se mi manca il relativo quantitativo di tempo per mettere a posto tutto...) ;)

      Elimina
  2. come vampiro .... siamo un bel po sentimentali ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, hai ragione, ma tieni presente che i vampiri sono territoriali: difficilmente si allontanano dalle proprie aree di residenza e, quando lo fanno, hanno necessita` di portarsi dietro qualche zolla della terra in cui sono stati sepolti... forse i vampiri sono molto piu` sentimentali di quanto possa apparire a prima vista, considerando la loro natura demoniaca... ;)

      Elimina
  3. quanta nostalgia...ma i sogni quando li si può realizzare, lo si DEVE fare, è giusto così..

    RispondiElimina

Se questo post è stato scritto da più di 14 giorni, il tuo commento dovrà essere approvato dall'amministratore.
Non preoccuparti se non apparirà immediatamente, non sono sempre online... ;)

Idee regalo della mia sorellina

I LAVORI DELLA MIA SORELLINA
Se siete interessati ai suoi lavori e volete acquistarli o ordinare qualcosa di personalizzato, la potete contattare alla mail:
lqfantasia at gmail dot com

Cloreen, la principessa senza regno

Image and video hosting by TinyPic
Un nuovo autore si affaccia sul panorama letterario con il suo primo romanzo.

Un'avvincente storia fantasy da leggere tutta in un fiato, dove colpi di scena e avventura vi accompagneranno fino alla fine.
Una ragazza che combatte contro il destino e si crea il suo destino.

Adatta per ragazzi e per adulti.
Da leggere!

Prezzo Euro 1,00 (formato ebook e pdf)
Euro 7,00 (+ spese spedizione) cartaceo (pagg.131)

Per ogni informazione potete scrivermi all'email: miky666ykim@gmail.com

Nota: è in vendita anche la copia dell'illustrazione di copertina in formato A4 (20,7 x 29,4), se siete interessati potete mandare richiesta all'indirizzo email lqfantasia@gmail.com.

Per vedere l'immagine potete andare qui.

Vendita computer

Di seguito, espongo le caratteristiche del computer in vendita:

Personal Computer
Scheda madre: ASUS M2NPV-VM
Processore: AMD Athlon 64 X2 Dual Core Processor 3800+
RAM: DIMM 667 MHz 1GiB (espandibile fino a 4)
Scheda video integrata: nVidia GeForce 6150
HDD: Maxtor 6G160P0 da 160 GB (149 GiB)
Porte: seriale, parallela, USB (5), FireWire
Drive: floppy, lettore/masterizzatore CD/DVD
Scheda di rete ethernet e scheda modem per connessione internet
Sistema operativo preinstallato: GNU/Linux Ubuntu 10.04.1 LTS
Programmi preinstallati: tutti quelli compresi nell'installazione di Ubuntu

Eventuale: disponibile monitor CRT 15" o 17"

Elenco hardware presente disponibile

Elenco programmi installati disponibile (tutti quelli compresi in una installazione standard di Ubuntu 10.04.1 LTS)

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Se interessati (e per qualsiasi chiarimento), mandate una mail a miky666ykim@gmail.com


--------------------------------------------------------------------------------------------------------------