All'alba perderò

E venne infine il giorno in cui ricevetti una telefonata da Torino, ma essendo in Serbia non potei rispondere se non più tardi, dal fisso dell'ufficio.
Scoprii da tale telefonata che il mio caro amico Boss aveva fatto un lavoro e, dovendo certificare, si era rivolto al suo responsabile tecnico, il quale essendo fisicamente all'estero, era stato sostituito da un banale gioco di prestigio: una scansione, un colpo di forbici e via: avevo firmato una certificazione senza averla mai vista.
Peccato che il cliente non trovasse molto corretta questa certificazione in cui la firma era stata evidentemente scansionata e incollata mediante qualche programma di fotoritocco, così si era rivolto direttamente a me per sapere se la cosa era stata da me autorizzata o meno, e siccome io non ho confermato alcuna autorizzazione, ecco che le cose hanno cominciato a volgere male per l'azienda.
Il cliente ha cominciato a richiedere una firma certa, meglio ancora se messa davanti a lui da me stesso, e Boss ha cominciato a tremare, così mi ha fatto chiamare, mi ha chiesto quando tornavo e ha aspettato con pazienza il mio rientro in Italia per chiedermi se potevo firmare questa certificazione, stando attento a non rivelarmi niente, non sapendo che io sapevo tutto.
Siccome però la certificazione riguardava un ambiente con pericolo di esplosione, ho preteso di avere tutta la documentazione e di fare i necessari sopralluoghi. Boss ha dovuto acconsentire, come ha dovuto acconsentire alle mie richieste di pagamenti arretrati, quando gli ho detto che io sapevo tutto quello che era successo, e infine gli ho firmato la certificazione come voleva.
Stranamente, però, da allora non li ho più sentiti, salvo quando mi hanno detto che hanno parlato anche di loro in un servizio del telegiornale locale piemontese, sui rapporti tra imprese edili e criminalità organizzata.
Vabbè, tanto non potevo più seguire i loro lavori, avendo da fare altro qua in Serbia.

Commenti

  1. Mi immagino già uno speciale di Carlo Lucarelli: "Questa è una brutta storia, fatta di magnetotermici, norme CEI e dichiarazioni di conformità falsificate, siamo a Torino..." :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Basta che non ne facciano una puntata per il commissario Rex, che non sono in grado di recitare accanto a un cane: sono troppo cane io, come attore... :P

      Elimina
  2. Che scemi loro.

    Idolo tu, bravo a dire le cose come stanno! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, evidentemente sono alle prime armi... ;)

      Idolo? Io? [mod TopoGigio]MsCosaMiDiciMai?[/mod TopoGigio]
      (dove diavolo ho messo le chiavi di quella macchina?) :)

      Elimina
  3. Pensavo fossero cefalopodi, invece sono allocchi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come dicevo, evidentemente sono alle prime armi, che per far bene le cose ci vuole il fisico... o il chimico, o volendo anch'io: "c'ho il crimine nel sangue, io..." (cit.)

      Elimina
  4. Er... Non dovrebbe partire una denuncia in questi casi?
    Anche perché tu non puoi sapere quante altre volte l'abbiano fatto.

    Avrebbero dovuto quantomeno " compensare " per la frode maldestra.
    Non mi sarei accontentato degli arretrati, ma con uno zero in più se ne sarebbe potuto discutere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il fatto e' che denuncia=prove, almeno in Italia, e il cliente non mi ha fornito alcuna prova, pur avendomi mostrato la firma falsa in totale assenza di testimoni...

      Elimina
  5. Da quel che ne so io, una persona può contestare le sue firme senza bisogno di prove.
    Potresti benissimo dire "io questo non l'ho mai firmato, la firma è falsa" e, a meno che non ci fossero testimoni o la firma sia stata notarizzata, chi è che può provare il contrario?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio per la conferma: e' esattamente come immaginavo, infatti io personalmente non avrei avuto problemi a contestare la "mia" firma su quel documento, in caso di problemi, anche se non mi avesse chiamato il loro cliente per avvisarmi e chieder conferma.
      Il problema e' che io non avevo a disposizione il documento falsificato (o una copia) e quindi non potevo denunciare materialmente questi dell'impresa.
      Ho solo potuto metter loro un poco di cagarella facendogli capire che non sono del tutto idiota e che le cose si vengono a scoprire facilmente, nel piccolo mondo degli impianti elettrici... ;)

      Elimina
  6. Ok! Ma alla fine, che poi è quello che conta, ti hanno pagato gli arrentrati e questo lavoro si o no?

    RispondiElimina

Posta un commento

Tranquillo, il tuo commento dovrà essere approvato dall'amministratore.
Non preoccuparti se non apparirà immediatamente, non sono sempre online... ;)

Post popolari in questo blog

Primo incontro!

Il ritorno...

Ingegnere di cantiere...