Disclaimer

Questo blog utilizza cookie tecnici propri, ma possono essere presenti cookie anche di profilazione di terze parti. Tali cookie serviranno per fornirti una migliore esperienza di navigazione. Se decidi di continuare la navigazione, consideriamo che accetti il loro uso.

Per maggiori informazioni vedere la nostra cookie policy


---------------------

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L’autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.

Appunti dalle Tenebre...

Il mondo è immerso nelle tenebre,
in lontananza un campanile rintocca la mezzanotte,
ancora più lontano si odono lugubri ululati mentre il vento sospinge filamenti di nubi che assumono strane espressioni ultraterrene sorvolando le case...
i miei compagni svolazzano tra le tenebre, sotto forma di pipistrelli,
e io sto cominciando a sentire impellente la necessità di assaporare il fluido scarlatto, il rosso nettare fonte di vita...
le mie membra stanno già avviando i processi di mutazione che mi porteranno a breve a solcare i cieli nelle sembianze di un comune chirottero,
nel mio crudele ma inevitabile ruolo di predatore maledetto della notte...

venerdì 28 gennaio 2011

Riccione, truppe coloniali..2

In realtà, dopo l’apocalittica esperienza da campeggiatori, e dopo un anno sabbatico di meravigliose vacanze torinesi (le colline di Torino sono uniche al mondo..), venne l’idea di ripetere l’esperienza, ma stavolta la decisione non si pose: la colonia!
Io tremavo per i ricordi di rigidezza e disciplina ma tremavo di più all’idea di finire al campeggio.
Raggiunta la colonia, scoprii che l’ambiente era sempre lo stesso, comprese le signorine.
Ovviamente ci divisero a me e mia sorella, ma stranamente le cose erano diverse: lei fece immediatamente amicizia con le bambine della sua età e io feci amicizia con alcuni ragazzini del mio gruppo.
La colonia era gestita con disciplina, ma le signorine sapevano come far divertire e come organizzare giochi e svaghi.
Un giorno ricevemmo la visita di un carretto di gelati, spinto da un vasto gruppo di gelatai (il gruppo dov’era mia sorella, acconciato con costumini di cartone di tipo carnevalesco), poi lei ogni mattina scappava dal suo gruppo per venire nel nostro (ormai era una specie di mascotte..) senza dimenticarsi prima di mettere in tasca un po’ di panini per una ulteriore colazione, mentre giocavamo tutti insieme. Ovviamente, le rispettive signorine erano d’accordo tra loro e fingevano solamente di non vedere nulla, ma erano attentissime.
Una volta organizzarono le gite, e i più piccoli (quindi anche lei) furono portati all’acquario per vedere i delfini, mentre i più grandicelli (quindi anch’io) fummo portati a vedere le Grotte di Frasassi.
Stranamente, malgrado la rigidezza dei regolamenti, quell’estate ci divertimmo parecchio. Peccato che io avevo raggiunto il limite superiore d’età, quindi per me quello era l’ultimo anno.
Mia sorella, sebbene si fosse divertita, al ricordo degli incubi del campeggio, decise di non andare da sola, quindi quello fu l’ultimo anno in cui sfruttammo le risorse estive del posto di lavoro di mio padre.
Dopo quell’anno, le vacanze estive furono brevi ma intense, nella casa dei miei nonni, in Sicilia.
Finalmente passammo a una zona civile di matrice ellenica, e finirono quindi i problemi correlati alle terre bizantine, che lasciammo alla massa che cominciava a riversarsi già da allora sulla riviera adriatica.

3 commenti:

  1. Insomma, per una volta che in colonia ti era andata bene, non hai più potuto andarci. Decisamente, tu e la colonia non siete nati per intendervi... Vabbeh, vacanze lampo in Sicilia alternate a permanenze estive in Torino dovrebbero essere state una buona soluzione! Anche se non era ancora la Torino ripulita e rimessa a nuovo del post-Olimpiadi.

    RispondiElimina
  2. > Insomma, per una volta che in colonia ti era andata bene, non hai più potuto andarci. Decisamente, tu e la colonia non siete nati per intendervi...

    Infatti, io e la colonia siamo proprio incompatibili...

    > Vabbeh, vacanze lampo in Sicilia alternate a permanenze estive in Torino dovrebbero essere state una buona soluzione!

    Diciamo che la parte torinese andava anche bene (afosità a parte), ma per la parte siciliana qualcosa da dire potrebbe anche esserci... ;-)

    > Anche se non era ancora la Torino ripulita e rimessa a nuovo del post-Olimpiadi.

    No, per dare un'idea cronologica, quella di cui si sta parlando era la Torino della seconda metà degli anni '70, praticamente il periodo degli "anni di piombo" e del terrorismo: questa vicenda appena narrata è ambientata nel 1976, poco dopo l'Italia è stata sconvolta dal caso di Aldo Moro

    RispondiElimina
  3. PS: scusa, è ambientata nel 1977...

    RispondiElimina

Se questo post è stato scritto da più di 14 giorni, il tuo commento dovrà essere approvato dall'amministratore.
Non preoccuparti se non apparirà immediatamente, non sono sempre online... ;)

Idee regalo della mia sorellina

I LAVORI DELLA MIA SORELLINA
Se siete interessati ai suoi lavori e volete acquistarli o ordinare qualcosa di personalizzato, la potete contattare alla mail:
lqfantasia at gmail dot com

Cloreen, la principessa senza regno

Image and video hosting by TinyPic
Un nuovo autore si affaccia sul panorama letterario con il suo primo romanzo.

Un'avvincente storia fantasy da leggere tutta in un fiato, dove colpi di scena e avventura vi accompagneranno fino alla fine.
Una ragazza che combatte contro il destino e si crea il suo destino.

Adatta per ragazzi e per adulti.
Da leggere!

Prezzo Euro 1,00 (formato ebook e pdf)
Euro 7,00 (+ spese spedizione) cartaceo (pagg.131)

Per ogni informazione potete scrivermi all'email: miky666ykim@gmail.com

Nota: è in vendita anche la copia dell'illustrazione di copertina in formato A4 (20,7 x 29,4), se siete interessati potete mandare richiesta all'indirizzo email lqfantasia@gmail.com.

Per vedere l'immagine potete andare qui.

Vendita computer

Di seguito, espongo le caratteristiche del computer in vendita:

Personal Computer
Scheda madre: ASUS M2NPV-VM
Processore: AMD Athlon 64 X2 Dual Core Processor 3800+
RAM: DIMM 667 MHz 1GiB (espandibile fino a 4)
Scheda video integrata: nVidia GeForce 6150
HDD: Maxtor 6G160P0 da 160 GB (149 GiB)
Porte: seriale, parallela, USB (5), FireWire
Drive: floppy, lettore/masterizzatore CD/DVD
Scheda di rete ethernet e scheda modem per connessione internet
Sistema operativo preinstallato: GNU/Linux Ubuntu 10.04.1 LTS
Programmi preinstallati: tutti quelli compresi nell'installazione di Ubuntu

Eventuale: disponibile monitor CRT 15" o 17"

Elenco hardware presente disponibile

Elenco programmi installati disponibile (tutti quelli compresi in una installazione standard di Ubuntu 10.04.1 LTS)

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Se interessati (e per qualsiasi chiarimento), mandate una mail a miky666ykim@gmail.com


--------------------------------------------------------------------------------------------------------------