Le tecno-pompe!


E quel giorno mi ritrovai a dover seguire un nuovo lavoro, gestito direttamente dai nostri colleghi-rivali.
Per prendere informazioni, salgo su e chiedo chi segue il lavoro, sperando in una risposta identificativa di qualche italiana, magari ‘lei’... ma non è così: li segue una delle architette serbe, la più brava e tosta, devo ammetterlo, e volendo anche una delle più belle malgrado lo sguardo di ghiaccio, ma non è ‘lei’, purtroppo... Oh beh! Vorrà dire che farò pratica di serbinglese ancora una volta, anche se questa me lo fa apposta a mettermi in imbarazzo visto che capisco poco!
Eccola che arriva, entra e mi vede accanto alla propria scrivania, sogghigna e “Ciao! Her desk is there!" Cazzarola! Lo sanno tutte che mi piace ‘lei’? O è solo che sono abituate a vedermi andare direttamente da ‘lei’, visto che seguiamo moltissimi lavori insieme? Boh! Chi se ne frega? Anche se ‘lei’ sta ridendo come una iena che ha trovato una carogna! Ok, rispondo “No, today I want you!"
Lei sogghigna, inizia a carezzarsi il seno con fare voglioso e risponde “Oh, real? Finally! Very good! I’m very happy! Where we go? My house or your house?" e scoppia la risata generale, compresa la mia, finchè le rispondo “I need you for some pumps!" “Ok! Give me it!" risponde lei, leccandosi maliziosamente le labbra, e io mi avvicino alla sua sedia, avvicino le mani alla cintura dei miei jeans e fingo di aprirla mentre lei mi guarda attentamente, osservando per quanto sono disposto ad andare avanti prima che insorgano problemi, mentre la risata e il mormorio generale diventano incontrollabili, finchè mi fermo, levo le mani dalla cintura ed estraggo dalla tasca il foglio con le indicazioni delle richieste che devo fare, lei diventa di colpo seria e il suo sguardo torna di ghiaccio come al solito, si siede e apre la cartella nel suo computer, apre i vari documenti e li stampa, mi consegna la documentazione e io le dico che per fornire alimentazione alle sue pompe, devo vedere esattamente dove sono e come sono, altrimenti non ho modo di procedere.
Ci mettiamo quindi d’accordo per un sopralluogo congiunto il giorno dopo, per recarci sul posto e valutare percorsi e modi di intervento.
Alla fine faccio per uscire “Ok, thanks! See you tomorrow morning!" e lei risponde “Yes, tomorrow for the five pumps! Take many condoms! Remember: I like strawberry!" leccandosi nuovamente le labbra e facendo scoppiare l’irrefrenabile risata di tutte le sue colleghe, e anche la mia: in fondo è piacevole lavorare con delle colleghe scherzose e simpatiche, oltre che molto belle: la giornata trascorre meglio, malgrado tutto!
Stranamente, ho notato che sono l’unico con cui scherzano e ridono senza problemi: con i miei colleghi evitano accuratamente e parlano solo ed esclusivamente di lavoro, chissà come mai?

Commenti

  1. Eeeeh....italians do it better!! :D

    RispondiElimina
  2. Magari perché sei l'unico che capisce la differenza tra "ridere e scherzare" e "saltare addosso perché quella ci sta"?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oppure perché sanno che sei innocuo :p

      Elimina
    2. Ho seri dubbi sul fatto che costei mi consideri innocuo... ;)

      Elimina

Posta un commento

Tranquillo, il tuo commento dovrà essere approvato dall'amministratore.
Non preoccuparti se non apparirà immediatamente, non sono sempre online... ;)

Post popolari in questo blog

Primo incontro!

Il ritorno...

Ingegnere di cantiere...