PornoCaffè

Era quasi una settimana che, ogni volta che incontravo in ufficio (mentre dava ordini a destra e a manca) o nei corridoi PornoStar, mi limitavo a un rapidissimo "ciao" e tiravo dritto senza nemmeno aspettare la risposta.
Le prime volte manco rispondeva, ma sentivo che si zittiva o che il rumore dei tacchi si fermava, altre volte sentivo che rispondeva anche lei con un "ciao", ma qualcosa doveva sembrarle strano, nel fatto che l'italiano apparentemente più scanzonato di tutti non cercava di fare il filo alla serba dietro cui chiunque sbavava senza ritegno, anche se GrandeCapo le aveva proibito le minigonne e le aveva ordinato di abbottonarsi la camicia, concedendole solo un paio di bottoni aperti ad altezza gola, ma con un perentorio ordine secondo cui non dovessero vedersi tette o reggiseni, pena il licenziamento!
Probabilmente si era fatta un'idea sbagliata sugli italiani osservando la televisione italiana, o forse non era solamente abituata a non essere considerata: si vede che non è una vampira... :D

Una mattina, mi è toccato salire sopra per consegnare la posta a Herr Direktor (ci viene consegnata a casa, recuperata dalla signora che fa le pulizie, e noi la portiamo in ufficio al mattino successivo, dato che ci sono in mezzo anche le bollette che normalmente lui già si dimentica di pagare, ma non vogliamo che abbia la scusa del fatto che non sapeva che ci fossero!) e ne ho approfittato per consegnare anche un paio di fatture di rimborsi alla Contabile e salutare Segretaria (che era indaffarata e ha risposto ringhiando) poi esco e, passando davanti alla porta dell'ufficio del collega, gli chiedo se vuole un caffè, ma risponde di no. Non entro dato che sento la voce di PornoStar che stava dando ordini a chiunque nell'ufficio (tranne il mio collega, che di fatto le è superiore, quindi lei non può dargli ordini, o meglio, lei lo fa lo stesso ma lui evita di obbedire).

Faccio per allontanarmi ma non arrivo nemmeno a metà corridoio che sento una voce femminile chiamarmi "MK, WAIT!"
Mi volto e vedo PornoStar che esce dall'ufficio e mi viene dietro, sbuffo pensando che stia per ordinarmi di fare qualcosa ma tanto lei sa che non le do assolutamente retta, inoltre la vedo piuttosto contrariata dalla mia reazione, quindi mi aspetto una litigata quando mi si affianca, invece non dice altro che "I want coffee!" "Ok!"
Arriviamo allo stanzino e, malgrado le mie speranze di evitare la fase preparatoria, vedo che lei si ferma davanti alla porta lasciandomi lo spazio per entrare e osservandomi con uno sguardo di sfida, non ho nessuna intenzione di accettare sfide prima di una overdose di caffeina così entro io e, per una misteriosa questione di cavalleria che non riesco a a comprendere, le preparo il bicchierino e la cialda, e le chiedo come vuole il caffè (lungo, corto, ristretto), lei si avvicina, malgrado lo stanzino strettissimo, mi si affianca guardandomi fisso con quella sua espressione praticamente incomprensibile, allunga la mano e... ferma la macchinetta "It's ok! Sugar! ...please!" "Here!" le rispondo, passandole una bustina di zucchero e una bacchettina per mescolare, accenno quindi a piegarmi verso il mini frigo e le chiedo "Milk?" "No! ...thanks!"

Lei esce dallo stanzino per bere e io preparo il mio caffè, lo bevo ed esco, non la vedo in giro ma poco importa, anzi meglio se è tornata nel suo ufficio: faccio per scendere nel mio antro quando me la trovo davanti, prima delle scale che mi blocca il passaggio.
"Sorry, but..." "Stop! I want an explanation!"
"An explanation? About?" "About you!"
"What's?"
Lei non risponde, mi si avvicina, guardandomi dritto negli occhi, ha una luce strana, un poco selvaggia, la sua voce è glaciale e quasi sibilante (come immagino fosse quella del serpente dell'eden mentre offriva la famosa mela alla famosa Eva) mentre mi chiede "You don't think I'm beautiful?"
La guardo: è la prima volta che osservo da vicino i suoi occhi nocciola come i capelli, approfitto dell'occasione per osservare rapidamente il profilo del suo corpo attraverso i vestiti, che non è affatto male tutto sommato, e le rispondo "Yes, you're beautiful!"
Lei accenna un infinitesimale sorriso con evidente soddisfazione per la vittoria conseguita (???), ma torna immediatamente seria (e pericolosa) "Why you don't like me?"
Ancora una volta la guardo, non comprendendo il senso della domanda, lei evidentemente capisce che non ho capito, abituata da alcuni precedenti nei quali mi sono trovato mio malgrado costretto al tremendo compito di farle da interprete, quindi ripete la domanda lentamente "If I'm beautiful, then why you don't like me?" quindi avevo capito bene, allora le rispondo "Because you're beautiful!"
Lei resta interdetta, io ne approfitto per svicolare e andarmene, lasciandola riflettere (senza dover vedere il fumo che le esce dal cervello...)

... ... ...

Due giorni! Per ben due giorni non mi ha detto niente, ma deve aver riflettutto parecchio, e il terzo giorno la vedo che entra al mattino, saluta tutti i serbi con un "dobro iutro!" e poi si volta verso di me e pronuncia in italiano "Buongiorno MK!" "Buongiorno PornoStar!"
Va su, accende il computer e dopo un paio di minuti mi arriva un messaggio su skype "You're right! I've understood! I'll be better! But not for you: for me!" "Ok, You've understood!"

Commenti

  1. Sero che finisca in un capitolo dall'altra parte =P

    RispondiElimina
  2. Io non ho capito.. :(

    cosa ha capito?

    Ric

    RispondiElimina
    Risposte
    1. penso lei abbia inteso la risposta come "perchè sei bella (e basta!)" e quindi con nessun'altra qualità.
      la domanda è: mk66 intendeva effettivamente dare quel senso alla risposta?

      Elimina
  3. Speriamo bene, ma... timeo Serbas et dona ferentes. Comunque, una possibilità di redimersi non la si nega a nessuno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah... questa sicuramente è scaltra come Nessuno, ma non mi pare abbia molto a che fare con i cavalli... ;)

      Elimina
  4. Abbiate pazienza ma sono gnucco... :( :(

    Comprendo bene se dico che il nostro MK abbia voluto dirle che è bella ma non per questo obbligatoriamente deve anche piacergli?

    La conversazione in inglese aveva lasciato interdetto anche me :-\

    Ric

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' bella, ma sfrutta molto male la sua bellezza e la sua intelligenza (proprio a livello commediaccia anni 70)

      Ho cercato di farle capire che, se vuole piacermi come persona e se vuole anche andare avanti in questa azienda (che conosco un poco meglio di lei), deve evitare di fare solo la bella statuina e cominciare a usare anche il cervello, visto che lo ha, non per cercare di silurare ma soprattutto per fare il suo lavoro e collaborare con i colleghi.

      Il mio (ehm) inglese lascia interdetto chiunque... ;-)

      Elimina

Posta un commento

Tranquillo, il tuo commento dovrà essere approvato dall'amministratore.
Non preoccuparti se non apparirà immediatamente, non sono sempre online... ;)

Post popolari in questo blog

Primo incontro!

Il ritorno...

Ingegnere di cantiere...