Disclaimer

Questo blog utilizza cookie tecnici propri, ma possono essere presenti cookie anche di profilazione di terze parti. Tali cookie serviranno per fornirti una migliore esperienza di navigazione. Se decidi di continuare la navigazione, consideriamo che accetti il loro uso.

Per maggiori informazioni vedere la nostra cookie policy


---------------------

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L’autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.

Appunti dalle Tenebre...

Il mondo è immerso nelle tenebre,
in lontananza un campanile rintocca la mezzanotte,
ancora più lontano si odono lugubri ululati mentre il vento sospinge filamenti di nubi che assumono strane espressioni ultraterrene sorvolando le case...
i miei compagni svolazzano tra le tenebre, sotto forma di pipistrelli,
e io sto cominciando a sentire impellente la necessità di assaporare il fluido scarlatto, il rosso nettare fonte di vita...
le mie membra stanno già avviando i processi di mutazione che mi porteranno a breve a solcare i cieli nelle sembianze di un comune chirottero,
nel mio crudele ma inevitabile ruolo di predatore maledetto della notte...

venerdì 24 febbraio 2012

Venti anni dopo!

Beh, in realtà sono passati 18 anni, in quanto io mi sono laureato a luglio del 1992 e questi eventi risalgono a luglio 2010.

Sono nuovamente tra i banchi del Politecnico, per seguire un corso.
In realtà, il Politecnico è completamente cambiato in questo periodo, come lo sono i docenti: la maggior parte di quelli che conoscevo io sono ormai in pensione, o hanno cambiato piano di esistenza, e ora molti docenti sono figli o nipoti di quelli che conoscevo, anzi, qualcuno dei nuovi docenti era all'epoca mio compagno di corso.
Beh, loro hanno fatto strada... io invece ho fatto impianti... ;-P

A parte le freddure, sto seguendo un corso organizzato dall'ordine in un'aula che ha sede nel sotterraneo del Politecnico (come ai bei vecchi tempi), ma che ai miei tempi non esisteva, mentre l'aula più vicina (che era una di quelle che frequentavo di più all'epoca) è chiusa per inagibilità.
Il corso è interessante, impianti realizzati con fonti energetiche alternative e innovative, corso strutturato da un punto di vista molto pratico, in quanto rivolto a personale esterno, già laureato, con diverse esperienze professionali alle spalle.
Il docente è giovane (più di me... ok, lo so che non ci vuole poi molto...) ma è molto in gamba e quotato nel suo campo, inoltre ha un modo di spiegare chiaro e pulito, che permette di capire bene la materia.
Le lezioni sono preserali (dalle 16 alle 19) ma non sono pesanti.
Il docente dell'ordine invece è molto poco chiaro e confusionario, ma non è un problema: fa solo la prima lezione introduttiva, possiamo sopportare se in realtà non fa altro che vantarsi e pubblicizzare le sue innumerevoli attività (che strano però: ogni volta usa sempre le stesse identiche frasi, come se fosse una lezione imparata a memoria...)
Il problema è che, praticamente tutti i giorni, sta diluviando e temporaleggiando, quindi tra l'afosità tipica di luglio che obbliga a indossare abiti leggeri e queste improvvise riedizioni del diluvio universale, specie durante l'attesa dell'autobus, somiglio molto a un pulcino bagnato, mentre frequento il corso.
In compenso, il panorama interno è interessante: siamo in un'aula informatica, posizionati a gruppi di due su ogni banco, in modo che possiamo utilizzare il computer in dotazione.
Il mouse del computer che uso io è praticamente inutilizzabile, ho pulito la sfera ma non è servito a nulla, i movimenti sono scattosi e imprevedibili ed è impossibile agire sulle finestre, ma per fortuna riesco egualmente a usare la tastiera anche con XP, in modo da accedere alle lezioni che ho archiviato nella mia vecchia chiavetta USB e visualizzarle con il lettore PDF: si, le lezioni ce le dobbiamo portare da casa ;-)
Il mio vicino di banco sembra affascinato da come utilizzo la tastiera per andare comunque avanti senza bloccarmi, anche se ammetto di avere problemi con Internet Explorer, ma il tasto TAB mi aiuta abbastanza a seguire i link.
Alla fine, arriva il momento di fare delle esercitazioni, e il mio vicino si approssima per seguire i miei calcoli impiantistici.
Scopro quindi che lui è più anziano di me di una decina di anni, elettronico, non ha idea di come calcolare impianti elettrici, e lavora in tutt'altro settore.
Alla fine, mi chiede se ho la possibilità di dargli una mano per un lavoro, un adeguamento di centrali termiche condominiali, che lui non ha idea di dove cominciare...
Evvai!!!
Il corso mi porta bene, a quanto pare ;-)

4 commenti:

  1. Da noi pure il laboratorio di elettrotecnica e misure era nello scantinato.
    L'aula nei sotterranei deve essere un grande classico delle facoltà d'ingegneria. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, pare che sia un classico, visto che da tutte le parti ho sempre sentito ingegneri che studiavano negli scantinati

      Elimina
  2. Incoraggiante come qualche occasione di lavoro salti sempre fuori. In questi tempi di occupazione incerta, aiuta il morale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, aiuta parecchio :) (anche se talvolta le cose finiscono nel nulla...)

      Elimina

Se questo post è stato scritto da più di 14 giorni, il tuo commento dovrà essere approvato dall'amministratore.
Non preoccuparti se non apparirà immediatamente, non sono sempre online... ;)

Idee regalo della mia sorellina

I LAVORI DELLA MIA SORELLINA
Se siete interessati ai suoi lavori e volete acquistarli o ordinare qualcosa di personalizzato, la potete contattare alla mail:
lqfantasia at gmail dot com

Cloreen, la principessa senza regno

Image and video hosting by TinyPic
Un nuovo autore si affaccia sul panorama letterario con il suo primo romanzo.

Un'avvincente storia fantasy da leggere tutta in un fiato, dove colpi di scena e avventura vi accompagneranno fino alla fine.
Una ragazza che combatte contro il destino e si crea il suo destino.

Adatta per ragazzi e per adulti.
Da leggere!

Prezzo Euro 1,00 (formato ebook e pdf)
Euro 7,00 (+ spese spedizione) cartaceo (pagg.131)

Per ogni informazione potete scrivermi all'email: miky666ykim@gmail.com

Nota: è in vendita anche la copia dell'illustrazione di copertina in formato A4 (20,7 x 29,4), se siete interessati potete mandare richiesta all'indirizzo email lqfantasia@gmail.com.

Per vedere l'immagine potete andare qui.

Vendita computer

Di seguito, espongo le caratteristiche del computer in vendita:

Personal Computer
Scheda madre: ASUS M2NPV-VM
Processore: AMD Athlon 64 X2 Dual Core Processor 3800+
RAM: DIMM 667 MHz 1GiB (espandibile fino a 4)
Scheda video integrata: nVidia GeForce 6150
HDD: Maxtor 6G160P0 da 160 GB (149 GiB)
Porte: seriale, parallela, USB (5), FireWire
Drive: floppy, lettore/masterizzatore CD/DVD
Scheda di rete ethernet e scheda modem per connessione internet
Sistema operativo preinstallato: GNU/Linux Ubuntu 10.04.1 LTS
Programmi preinstallati: tutti quelli compresi nell'installazione di Ubuntu

Eventuale: disponibile monitor CRT 15" o 17"

Elenco hardware presente disponibile

Elenco programmi installati disponibile (tutti quelli compresi in una installazione standard di Ubuntu 10.04.1 LTS)

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Se interessati (e per qualsiasi chiarimento), mandate una mail a miky666ykim@gmail.com


--------------------------------------------------------------------------------------------------------------