Disclaimer

Questo blog utilizza cookie tecnici propri, ma possono essere presenti cookie anche di profilazione di terze parti. Tali cookie serviranno per fornirti una migliore esperienza di navigazione. Se decidi di continuare la navigazione, consideriamo che accetti il loro uso.

Per maggiori informazioni vedere la nostra cookie policy


---------------------

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L’autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.

Appunti dalle Tenebre...

Il mondo è immerso nelle tenebre,
in lontananza un campanile rintocca la mezzanotte,
ancora più lontano si odono lugubri ululati mentre il vento sospinge filamenti di nubi che assumono strane espressioni ultraterrene sorvolando le case...
i miei compagni svolazzano tra le tenebre, sotto forma di pipistrelli,
e io sto cominciando a sentire impellente la necessità di assaporare il fluido scarlatto, il rosso nettare fonte di vita...
le mie membra stanno già avviando i processi di mutazione che mi porteranno a breve a solcare i cieli nelle sembianze di un comune chirottero,
nel mio crudele ma inevitabile ruolo di predatore maledetto della notte...

venerdì 4 febbraio 2011

No, quello non è un apposito sostegno…

A Torino, gli autobus non sono sicuramente un esempio di comodità.

Attualmente stanno migliorando il parco macchine, ma ai tempi di questa storia (praticamente quando usavo i mezzi pubblici per motivi scolastici e non lavorativi) si trovavano in giro solamente catorci. Come dicevo, attualmente stanno migliorando il parco macchine.. ma solo quello!

Normalmente erano vecchi e molto scomodi, sempre strapieni al punto che talvolta sarebbe stato preferibile lasciar passare e attendere il successivo, se non fosse che si rischiava di aspettare per delle mezz'ore buone, per giunta la maggioranza dei conducenti che incontravo io guidavano come dei veri pirati della strada e, di conseguenza, tra l'affollamento, le manovre brusche e la difficoltà a reggersi agli appositi sostegni praticamente inaccessibili a chiunque non sia alto esattamente come il progettista originale di tali mezzi, qualcuno rischiava pure di capitombolare, al chè sopraggiungeva l'istinto di sopravvivenza, le mani scattavano alla ricerca disperata di un sostegno a cui aggrapparsi e..
..e fu così che quel lontano giorno salvai da un capitombolo una donna, grazie alle eroiche prestazioni del mio supporto hardware e alla mia prontezza di spirito nell'afferrarla e tenerla con le mani, in modo che si rassicurasse sul proprio equilibrio... e la smettesse di stringere così forte i sostegni ai quali si era aggrappata...
Miiiiii...cheddolore!!!

6 commenti:

  1. Eh, i pullman di Torino... Gli interni lavati col gasolio... Gli autisti da Formula 1 che tirano frenate da 15g... I minchioni in piedi davanti al posto libero, o che stanno in piedi e sul posto libero ci mettono la borsa... Ci sarebbe da farci un blog apposta.

    RispondiElimina
  2. Hai proprio ragione: sarebbe da farci un blog apposta.

    RispondiElimina
  3. Ah, perche' gli automobilisti torinesi invece?

    Il classico controviale in contromano in retromarcia perche' hai sbagliato a svoltare? Lo strombettio che scatta 0.01 secondi dopo il verde? (con l'unica spiegazione possibile che gli automobilisti abbiano imparato a memoria i timing dei semafori, visto che il tempo di reazione medio occhio-mano e' 0.2 secondi). L'inversione a U criminale saltando sullo spartitraffico?

    Ogni volta che vengo a torino mi chiedo come facciano i miei amici a non montare due mitragliatrici sul cofano

    RispondiElimina
  4. Beh, per quanto riguarda gli automobilisti, non mi pare che altrove siano tanto meglio.
    Almeno nei posti che ho girato io, quelle azioni che indichi sono lo standard, e sovente anche le meno pericolose per l'altrui incolumità...

    RispondiElimina
  5. Ah, non lo so, io son di Genova e da noi la macchina si prende solo per fare due tragitti: concessionario->garage e garage->concessionario (opzionale garage->sfasciacarrozze).

    L'ultimo parcheggio riuscito risale pare al 75, ma dicono che sia una leggenda.

    RispondiElimina
  6. Ti dirò: anch'io la uso molto poco la mia punto (praticamente è quasi un "punto fermo") e principalmente sul tragitto casa->centro commerciale->casa, e in estate casa->collina->casa (ma il ritorno è tutto in discesa, basta levare il freno a mano... :D )
    Niente garage: posteggio in strada, o nelle strade adiacenti quando non c'è posto.
    A volte, quando capita l'occasione, c'è anche uno speciale tragitto casa->cliente->casa (ma è abbastanza raro, purtroppo...)

    RispondiElimina

Se questo post è stato scritto da più di 14 giorni, il tuo commento dovrà essere approvato dall'amministratore.
Non preoccuparti se non apparirà immediatamente, non sono sempre online... ;)

Idee regalo della mia sorellina

I LAVORI DELLA MIA SORELLINA
Se siete interessati ai suoi lavori e volete acquistarli o ordinare qualcosa di personalizzato, la potete contattare alla mail:
lqfantasia at gmail dot com

Cloreen, la principessa senza regno

Image and video hosting by TinyPic
Un nuovo autore si affaccia sul panorama letterario con il suo primo romanzo.

Un'avvincente storia fantasy da leggere tutta in un fiato, dove colpi di scena e avventura vi accompagneranno fino alla fine.
Una ragazza che combatte contro il destino e si crea il suo destino.

Adatta per ragazzi e per adulti.
Da leggere!

Prezzo Euro 1,00 (formato ebook e pdf)
Euro 7,00 (+ spese spedizione) cartaceo (pagg.131)

Per ogni informazione potete scrivermi all'email: miky666ykim@gmail.com

Nota: è in vendita anche la copia dell'illustrazione di copertina in formato A4 (20,7 x 29,4), se siete interessati potete mandare richiesta all'indirizzo email lqfantasia@gmail.com.

Per vedere l'immagine potete andare qui.

Vendita computer

Di seguito, espongo le caratteristiche del computer in vendita:

Personal Computer
Scheda madre: ASUS M2NPV-VM
Processore: AMD Athlon 64 X2 Dual Core Processor 3800+
RAM: DIMM 667 MHz 1GiB (espandibile fino a 4)
Scheda video integrata: nVidia GeForce 6150
HDD: Maxtor 6G160P0 da 160 GB (149 GiB)
Porte: seriale, parallela, USB (5), FireWire
Drive: floppy, lettore/masterizzatore CD/DVD
Scheda di rete ethernet e scheda modem per connessione internet
Sistema operativo preinstallato: GNU/Linux Ubuntu 10.04.1 LTS
Programmi preinstallati: tutti quelli compresi nell'installazione di Ubuntu

Eventuale: disponibile monitor CRT 15" o 17"

Elenco hardware presente disponibile

Elenco programmi installati disponibile (tutti quelli compresi in una installazione standard di Ubuntu 10.04.1 LTS)

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Se interessati (e per qualsiasi chiarimento), mandate una mail a miky666ykim@gmail.com


--------------------------------------------------------------------------------------------------------------