Disclaimer

Questo blog utilizza cookie tecnici propri, ma possono essere presenti cookie anche di profilazione di terze parti. Tali cookie serviranno per fornirti una migliore esperienza di navigazione. Se decidi di continuare la navigazione, consideriamo che accetti il loro uso.

Per maggiori informazioni vedere la nostra cookie policy


---------------------

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L’autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.

Appunti dalle Tenebre...

Il mondo è immerso nelle tenebre,
in lontananza un campanile rintocca la mezzanotte,
ancora più lontano si odono lugubri ululati mentre il vento sospinge filamenti di nubi che assumono strane espressioni ultraterrene sorvolando le case...
i miei compagni svolazzano tra le tenebre, sotto forma di pipistrelli,
e io sto cominciando a sentire impellente la necessità di assaporare il fluido scarlatto, il rosso nettare fonte di vita...
le mie membra stanno già avviando i processi di mutazione che mi porteranno a breve a solcare i cieli nelle sembianze di un comune chirottero,
nel mio crudele ma inevitabile ruolo di predatore maledetto della notte...

venerdì 27 agosto 2010

E poi dicono che Linux è difficile...

La fidanzata di Termico ha un problema al "portatile con vista" (no, sembra che sia un portatile come tutti gli altri, senza aree panoramiche... pare che la ragazza debba configurare il wireless con la chiavetta di un noto gestore telefonico, e stranamente ha riscontrato qualche problema operativo per cui si è rivolta al fidanzato tecnico), inoltre ha anche qualche problema con un famoso e indispensabile programma di fotoritocco che lei pare utilizzi per necessità lavorative (e che pare non funzioni al meglio delle proprie possibilità semi-miracolose) e glielo consegna per vedere se può sistemarlo.
Termico (che ne capisce ben poco di computer) si accinge all’arduo compito sotto la consulenza fisica diretta di ProgettistaGiovane (che, invece, se ne intende un pò di più di computer) e provano a lanciare il sistema.
Siccome lo fanno nella scrivania davanti alla mia, e siccome non ho mai visto vista, chiedo se posso assistere e vedere quella meraviglia di sistema operativo di cui tutti decantano le viste.. quindi quello che descrivo di seguito si basa su quello che ho visto io mentre altri usavano il sistema, non certo su utilizzi effettivi del sistema da parte mia.
Accensione del portatile, solite schermate di caricamento del sistema, finchè appare il tutto nel suo splendore (nessuna fase di login, ma non è rilevante) e vedo le finestre trasparenti tanto decantate (non faccio commenti, ma preferisco sinceramente le trasparenze delle finestre del mio gnometto) che peraltro servono a poco, visto che comunque il desktop è strapieno da un numero incredibile di icone di avvio di programmi noti e meno noti, compresi i file usati più di frequente e anche meno di frequente.. (per dare l’idea, diciamo che praticamente ogni singolo programma e ogni singolo file contenuto in quel disco aveva un link sul desktop, rendendo del tutto vano avere uno sfondo carino estratto da un collage di diverse scene di twilight compresi i primi piani di ciascun protagonista).
Termico lancia il programma di fotoritocco (dopo aver bestemmiato un po’ per riuscire a individuare l’icona in quel marasma), e il computer comincia a macinare, il disco frulla come un tritaghiaccio, l'icona del puntatore segna implacabile lo scorrere del tempo, ma non appare nulla che somigli a una finestra di avvio di un programma.
Alla fine il caricamento si interrompe, insieme a qualsiasi altra forma di movimento sul desktop (tastiera, mouse.. tutto bloccato, lo schermo si oscura.. sto per dirgli di passare al terminale e killare qualche processo, quando mi blocco: non è il mio gnomo..).
Termico prova la soluzione standard modello B: pigia sul tasto d’accensione per una decina di secondi e provoca l'arresto del sistema, con conseguente riavvio.
ProgettistaGiovane suggerisce che Vista è troppo esoso per quel portatile (in fondo ha solo 4GB di RAM, a quanto pare), così si potrebbe passare a XP, che lo farebbe schizzare come un fulmine. Termico gli chiede “Ma come si fa?”
PG: “Si formatta e si passa a XP”
T: “Ma perderà tutto?”
PG: “Le reinstalliamo tutto: ho le copie craccate di ogni programma che c’è qui dentro!”
Termico chiama la ragazza al telefono, le spiega la situazione e le dice, tra l’altro “…e ha troppa poca capacità per Vista… se ci mettiamo XP funzionerà molto meglio… mannò, che basta una formattata! Quando hai fatto l’ultima?… Ecco, vedi che mi fai incazzare con la TUA ignoranza informatica? Non capisci niente di come funzionano i computer! Tu fai passare troppo tempo tra le formattazioni, ovvio che si incasina tutto!… massì, che offissh e fottosciopp ci girano pure su XP e che ci gira tutto quello che hai te… e poi si, il kit del tuo gestore telefonico funzionerà sicuramente meglio con XP che con Vista, dato che Vista è esattamente come XP… ok, ciao…” (no, non chiedetemi di spiegarvela, visto che non l'ho capita nemmeno io)
Al termine della telefonata, si volta verso ProgettistaGiovane e gli dice “Ok, mettiamo XP!”
ProgettistaGiovane prende il suo cd di XP Pirated Edition e lo inserisce nel cassettino e fa per riavviare, ma io lo fermo “Scusa, ma questo computer è recentissimo, vero?”
T: “Avrà appena più di un anno..”
Io: “Allora sicuramente ha un disco SATA..”
PG: “Ovvio, gli altri non li fanno nemmeno più!” (*)
Io: “E tu vuoi metterci XP? Ma guarda che non li vede i SATA..”
PG: “Mannò, all’inizio si, ma dopo li vedeva e questo l’ho masterizzato io da poco: c’ha tutto, persino il SP3 che è appena uscito e non ce l'ha ancora nessuno!”
T: “Uhm! Ma se ha ragione lui…”
PG: “Stai tranquillo, che vedrà tutto senza problemi”
T: “Vabbè, se lo dici te..”
PG: “Fidati!”
T: “Io mi fido: tanto mica è mio il computer, al massimo ne compra un altro...”
A quel punto, me ne torno alla mia postazione (ne ho viste tante di formattazioni di windows che non è il caso di vedere anche questa), quindi da adesso descrivo sulla base delle loro parole.
Dopo circa un minuto sento imprecare e alzo gli occhi.
PG: “Occa##o!”
T: “Che vuol dire?”
PG: “Sembra che XP non veda il disco..”
T: “Eh?!”
Si guardano un attimo, poi si voltano verso di me “MK! Sai come si fa a far vedere i dischi SATA a XP?”
Io: “Ma non hai detto che IL TUO XP non aveva questi problemi?”
PG: “Si, di solito non li ha.. ma questo portatile deve avere qualche difetto hardware..”
Io: “Senti, io so che ci sono delle guide online, e so che c’è sicuramente un forum dove potrei trovare queste informazioni, ma con i filtri e i blocchi che hanno messo non riesco ad accederci dall’ufficio, se vuoi controllo stasera a casa e poi ti telefono, altrimenti ti do il link del forum e lo cerchi te?”
T: “No, no.. non ho tempo di cercare e leggere! Devo fare tutto subito: è venerdi e stasera alle 7 devo restituire il portatile a posto alla mia morosa, che lo deve portare lunedi mattina al lavoro nella GrandeMetropoliDelNord!”
Io: “E allora? Hai tempo un intero weekend per sistemarglielo!”
T: “In questo weekend devo sistemarle ben altro: ho una settimana intera di scopate da recuperare.. e poi mi servirebbe ProgettistaGiovane per fare tutto e non lo voglio certo in mezzo ai cojoni quando sto scopando con lei..”
Io: “Allora non so aiutarti, cerca con gugol se scopri qualcosa di accessibile!”
ProgettistaGiovane si volta verso Termico “Che si fa?”
T: “Lasciamo stare XP e vediamo di sistemargli vista!”
ProgettistaGiovane prende il cd del programma di fotoritocco, lo inserisce e avvia, installando da zero e sostituendo con una versione precedente, terminata l’installazione inserisce il suo seriale e prova: si apre e sembra funzionare tutto, chiude il programma e si volta verso Termico.
PG: “Dille che quella versione che aveva lei non era a posto e aveva dei bachi. Le ho messo la versione precedente che funziona molto meglio!”
T: “Ma davvero?”
PG: “No, ma io ho solo questa! Al massimo si scarica l’aggiornamento e se non va formatta e reinstalla tutto!”
Poi si voltano verso la chiavetta, la inseriscono e cominciano a pastrocchiare con le millemila finestre che si aprono, chiedendo se vogliono effettivamente procedere con l’installazione e la configurazione del nuovo hardware, se hanno l’autorizzazione per farlo, se è necessario scaricare e installare dei driver, se sono autorizzati a scaricare e installare i driver, se vogliono davvero accedere a internet per scaricare e installare dei driver per poter far funzionare una chiavetta per accedere a internet, e come possono accedere a internet per scaricare i driver se la chiavetta per accedere a internet non funziona senza quei driver?
Dopo una serie incredibile di bestemmie e imprecazioni varie e assortite, i due "tecnici informatici" (ebbene si: almeno uno dei due risulta effettivamente essere un tecnicno informatico. ProgettistaGiovane, per alcuni anni - anche durante il lavoro presso la Grande Società - ha lavorato anche nell'assistenza tecnica informatica, e quindi è considerato esperto presso la Grande Società) si arrendono esausti, con un armistizio in piena regola: Vista ha vinto! La chiavetta non è stata installata.
Io ho un istante di pietà “Scusa, ma se ti colleghi via cavo, non puoi scaricare i driver?”
L’illuminazione!
Staccano il cavo dal computer, lo collegano al portatile e… riavviare tutto!
Riavviato, il portatile sembra vedere la rete, allora cominciano a navigare e raggiungono il sito del gestore telefonico, dal quale scaricano il driver per il modello di chiavetta, poi inseriscono la chiavetta e il portatile si blocca, allora riavviano un’altra volta.
Finalmente riescono a vedere la chiavetta, provano ad avviare la connessione ma il portatile non risponde, allora si ricollegano via cavo al sito del gestore e cercano le istruzioni, che dicono pressappoco “inserisci la chiavetta, ti colleghi e navighi”
Riprovano a cercare.
T: “Possibile che non c’è nessuno con una connessione wireless?”
PG: “Più che altro, possibile che nessuno ha una connessione non protetta?”
Alla fine, spostando il portatile, arrivano a trovare una connessione non protetta (c'è un ufficio postale nelle vicinanze), e cominciano a configurare tutto. La chiavetta pare funzionare, ma dopo un istante si blocca e perde la connessione, per non ritrovarla più.
ProgettistaGiovane si volta verso Termico “Ho l’impressione che questa chiavetta non funzioni!”
T: “E che si fa?”
PG: “Vai dal gestore e te la fai sostituire! Anzi, vacci col portatile e te lo fai sistemare direttamente da loro!”
T: “Ma lo fanno?”
PG: “La sostituzione si, se non va..”
T: “E se invece va?”
PG: “Lo provano, e per provarlo devono prima sistemare tutto, quindi se non è da sostituire ti restituiscono il computer sistemato!” (*)

Ed ecco quindi che Termico quella sera si è inventato qualche scusa ed è uscito un paio d'ore prima del normale, per andare a farsi sistemare il computer della fidanzata, evitando di sottrarre tempo alla frenetica attività che lo avrebbe impegnato per l'intero weekend. Ah, volete sapere com'è poi finita col computer? (*)

(*) non ne ho idea: visto che non me ne frega niente, accetto quello che mi hanno detto.

9 commenti:

  1. Più uso Ubuntu, più non riesco a capire perché la gente si complichi la vita con Windows... E tieni conto che, giusto per complicarmi un po' la vita, non uso lo Gnomo, ma alterno tra XFCE e JWM!

    RispondiElimina
  2. Se non fosse per il CAD, io non lo userei nemmeno più, Windows, ma pare che i CAD per Linux non siano tra le principali priorità delle case produttrici.

    All'epoca di questa storia ero ancora con lo Gnomo (salvo brevi passaggi a Xfce), poi (come dici te, giusto per complicarmi un po' la vita) sono pure passato dritto filato a Openbox

    RispondiElimina
  3. Eh, i CAD, nota dolente... Lavoravo un tempo con un collega che utilizzava esclusivamente Mac, ma in studio doveva tenere un PC con Windows solo per AutoCAD. Ed ai tempi di MacOS 8 e Windows 95/NT4, farli comunicare via rete era tutto un divertimento.
    Ho anche provato a far girare AutoCAD sotto Wine. Numerosi forum e siti dicono che funziona che è una meraviglia, ma io ho ottenuto solo risultati che oscillano tra il raccapricciante e l'orripilante.

    RispondiElimina
  4. Molto tempo fa (1996 circa) un architetto che conoscevo e aveva MAC (pare che allora esistesse anche Autocad per MAC) per portarlo da noi in studio a plottare faceva una stampa su file, caricando poi il file su dischetto. Io prendevo il dischetto, lo controllavo con l'antivirus e poi salvavo il file, mettendogli l'estensione .prn, quindi lo potevo plottare da Windows.

    Autocad (fino alla versione 2005) funzionava con Wine, ma con 1GB di RAM andava a scatti e swappava quasi subito. Intellicad va meglio, ma è una versione 2000 quindi devo convertire con A9converter... o avviare XP con Virtualbox.
    Per ora sto utilizzando principalmente la demo di @CAD, in attesa che arrivi la versione effettiva di Brlcad per Linux (non molto tempo fa ho potuto valutare la versione "demo" per 30 giorni e direi che, quando uscirà, i problemi di molti "caddisti" - almeno quelli al mio livello - saranno risolti)

    RispondiElimina
  5. Non e' questione di Windows o non Windows, e' questione di tanta, tanta incompetenza...

    PS. Ho una macchina con WinXP. E ho una macchina con Ubuntu. E ho una macchina con Vista, che non riformatto da tre anni (ossia quando l'ho acquistata), che va come un fulmine e.... che ha 4 Gb di RAM, che tanto il SO piu' di 3 non ne vede.

    Luca Menegotto

    RispondiElimina
  6. Una domanda su CAD: io ho sentito di gente che afferma di aver fatto girare CAD su Mac o Linux, tu hai mai fatto delle prove in merito, o sai se è una cosa possibile ed utilizzabile?

    RispondiElimina
  7. > Non e' questione di Windows o non Windows, e' questione di tanta, tanta incompetenza...

    Infatti...

    RispondiElimina
  8. @ Daniele C.
    La mia esperienza di CAD con MAC si limita all'episodio che ho detto nel commento precedente (che risale al 1996)

    Con Linux, ho provato tutti i programmi CAD esistenti (e ce ne sono di veramente buoni, insieme a vere porcherie), ma il problema è la compatibilità con il formato dwg di AutoCAD.

    Premetto che io non uso 3D ma solo 2D, comunque la mia esperienza personale è (RAM = 1 GB e SWAP = 1 GB):
    - con WINE, IntelliCAD 2000 funziona bene, swappa pochissimo ed è sufficientemente reattivo (richiede A9Converter per convertire i file in formato 2000, ma anche questo funziona perfettamente con Wine;
    - sempre con WINE, AutoCAD LT 2002 e LT 2005 funzionano, ma sono lentissimi, vanno a scatti e talvolta mi hanno freezato la macchina;
    - ancora con WINE, @CAD funziona perfettamente, apre i dwg (sempre in accoppiata con A9Converter) ed è leggero e sufficientemente fluido;
    - se poi non hai problemi di formati (nel senso che non devi lavorare su disegni terzi, ma fai tutto te) ExtraCAD della Finson su WINE è forse tra i migliori.

    Quando non riesco a procedere con questi, uso gli stessi programmi con XP in VirtualBox, in attesa che esca la versione definitiva di BricsCAD per Linux, che ho provato per 30 giorni poco tempo fa e ho visto essere perfetta, per le mie esigenze.

    PS: a proposito, nel mio commento precedente ho fatto confusione, ho segnato BrlCAD invece si tratta di BricsCAD

    RispondiElimina
  9. Sono proprio dei fessacchiotti: per lanciare xp basta caricare con f6 i driver e se la fetecchia non ha il floppo devi metterlo sullo stesso cd di xp.
    Cmq con vista7 e' necessaario avere anche una BELLA CPU spesso assente nei portatili.

    RispondiElimina

Se questo post è stato scritto da più di 14 giorni, il tuo commento dovrà essere approvato dall'amministratore.
Non preoccuparti se non apparirà immediatamente, non sono sempre online... ;)

Idee regalo della mia sorellina

I LAVORI DELLA MIA SORELLINA
Se siete interessati ai suoi lavori e volete acquistarli o ordinare qualcosa di personalizzato, la potete contattare alla mail:
lqfantasia at gmail dot com

Cloreen, la principessa senza regno

Image and video hosting by TinyPic
Un nuovo autore si affaccia sul panorama letterario con il suo primo romanzo.

Un'avvincente storia fantasy da leggere tutta in un fiato, dove colpi di scena e avventura vi accompagneranno fino alla fine.
Una ragazza che combatte contro il destino e si crea il suo destino.

Adatta per ragazzi e per adulti.
Da leggere!

Prezzo Euro 1,00 (formato ebook e pdf)
Euro 7,00 (+ spese spedizione) cartaceo (pagg.131)

Per ogni informazione potete scrivermi all'email: miky666ykim@gmail.com

Nota: è in vendita anche la copia dell'illustrazione di copertina in formato A4 (20,7 x 29,4), se siete interessati potete mandare richiesta all'indirizzo email lqfantasia@gmail.com.

Per vedere l'immagine potete andare qui.

Vendita computer

Di seguito, espongo le caratteristiche del computer in vendita:

Personal Computer
Scheda madre: ASUS M2NPV-VM
Processore: AMD Athlon 64 X2 Dual Core Processor 3800+
RAM: DIMM 667 MHz 1GiB (espandibile fino a 4)
Scheda video integrata: nVidia GeForce 6150
HDD: Maxtor 6G160P0 da 160 GB (149 GiB)
Porte: seriale, parallela, USB (5), FireWire
Drive: floppy, lettore/masterizzatore CD/DVD
Scheda di rete ethernet e scheda modem per connessione internet
Sistema operativo preinstallato: GNU/Linux Ubuntu 10.04.1 LTS
Programmi preinstallati: tutti quelli compresi nell'installazione di Ubuntu

Eventuale: disponibile monitor CRT 15" o 17"

Elenco hardware presente disponibile

Elenco programmi installati disponibile (tutti quelli compresi in una installazione standard di Ubuntu 10.04.1 LTS)

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Se interessati (e per qualsiasi chiarimento), mandate una mail a miky666ykim@gmail.com


--------------------------------------------------------------------------------------------------------------