La luce oltre l'abisso!


Furono giorni duri, con quelle velate minacce, quei discorsi, quelle battute che GrandeCapo obbligava a fare nei miei confronti.

Peraltro, con la drastica riduzione di paga, conseguente alla nuova gestione serba, avevo dovuto ridurre i viaggi da due weekend mensili a uno solo, ma avevo accorpato più giorni (tanto non c'era lavoro, come non mancavano di farmi notare) e quindi mi fermavo in Italia una settimana al mese.

Alla fine, dopo una chiacchierata con GrandeCapo, che mi ha ribadito che, essendo io un mercenario e un esterno, dovevo comunque comportarmi da libero professionista e non da dipendente, avevo organizzato il mio viaggio di rientro.

Approfitto della settimana italiana per gestire le varie cose che devo gestire, quando ecco che vedo apparire una email strana.

La leggo e vedo che una ditta sta richiedendo le mie prestazioni per un lavoro.
Vado a fare il colloquio e scopro che si tratta di una buonissima occasione, che spero di poter sfruttare a mio vantaggio.

Faccio la mia offerta, loro accettano e quindi mando a dire ai “colleghi” che devo rinviare il rientro e che resterò comunque disponibile per gestire dall'Italia il lavoro serbo (avevo già gestito dalla Serbia buona parte del lavoro brasiliano, quindi che problema c'era? Peraltro non c'era nemmeno lavoro, come non mancavano mai di farmi presente, quindi la mia presenza era del tutto inutile...)

Ovviamente, Cantierista mi ha subito dato ragione, richiedendo un lavoro relativamente semplice via email/telefono, lavoro che ho concluso in tempo record.

Altrettanto ovviamente, hanno capito che avevo sottomano un lavoro diverso dal loro.

GrandeCapo aveva detto che io dovevo gestirmi da libero professionista, Cantierista aveva i risultati per il suo lavoro, i lavori erano ridotti ai minimi termini e io venivo continuamente minacciato con frasi che suggerivano che, prima o poi, avrebbero dovuto dare giustificazioni della mia presenza e della mia paga... lo stesso discorso che non molto tempo prima aveva preceduto la "cacciata" di CapoCantierista.

Con queste premesse, immagino che sia semplice capire cos'è successo, no?

E' scoppiata la tempesta!
Urla, improperi, messaggi minatori, telefonate oscene, accuse di alto tradimento, di diserzione, di abbandono del fronte, di tutto e di più!!!
E alla fine, una lettera in cui mi veniva detto di non farmi mai più vedere!
Questo è quanto: a quel punto si è di fatto conclusa la mia avventura serba!

Resta solo una cosa da fare: andare giù con la mia macchina, per recuperare tutta la mia roba rimasta laggiù, e contemporaneamente consegnare le chiavi di casa e il telefonino aziendale.

Ma finalmente il mio esilio è finito!
Ora posso ricominciare a respirare e a vivere!

Commenti

  1. ooooHoooo finalmente!!! In Cubo ai serVbi!! Ci trovavano gusto a pungolarti. Tzè!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adesso devono trovarsi altri bersagli :)

      Elimina
  2. Scusa la venialità: hai soldi arretrati da prendere?
    Spero di no.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ultima mensilità me la sono fatta pagare dalla sede italica, mi resta però un rimborso spese per l'ultimo mese... ma in fondo non mi coprirebbe le spese di una raffica di kalashnikov... dovrei usare l'arma bianca... ;)

      Elimina
  3. alleluia!!!!
    ma il gran capo non ti aveva chiesto di aspettare fino ad aprile? ma aspettare che cosa?!
    WM

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo so: non ho capito... a meno che non abbia pensato che saremmo stati felicissimi di partecipare alle sue idee su come bloccarci e ridurci la paga... boh?

      Elimina
    2. Adesso è chiaro che stava tentando di trattenerti più possibile e di crearti problemi economici per tenerti al guinzaglio disposto a tutto.

      Storie già viste più e più volte.

      P.s. quando ti chiedono di restare motivando la cosa con promesse roccambolesche è il momento di prendere il largo più velocemente possibile.

      Elimina
    3. Credo proprio che sia così.

      Elimina
  4. Oh, finalmente una buona notizia!
    Certo che questo atteggiamento da "Traditore & Ingrato" sembra proprio essere tipico dell'ambiente di una certa fabbrica italiana di automobili di Torino.
    Ma temo che la cosa più dura sarà riabituarsi alla vita sessuale italiana dopo i fuochi d'artificio serbi! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ambiente è sempre quello, quindi è ovvio che il trattamento è lo stesso.
      Tranquillo: ho bisogno di riposo e di riadattarmi a un ambiente tranquillo e rilassante come quello subalpino... :P

      Elimina
  5. Come dice lukas atteggiamento tipico... Purtroppo per me la mia azienda non naviga in buone acque (come tante altre), ma a quanto pare GrandeAziendaAutomobilisticaDiTorino ha deciso di acquisire tutto, quindi si dice che entro settembre comprerà tutto... Ma da notizie di mie fonti dicono solo che suddetta per non rimanere senza fornitori che eseguano il lavoro (macchinari per produrre principalmente) visto che in IT le aziende stanno fallendo (o son già fallite) aspetti il tempo giusto e prenda ciò che gli interessa dal giudice fallimentare lasciando a casa tutto il resto della fuffa che non gli interessa, con atteggiamenti simili... Speriamo bene... Non vorrei che un certo Vampiro di nostra conoscenza si ritrovi un curriculum in più nella già (lunga) lista :P

    Ivo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'atteggiamento purtroppo è proprio quello, e anche il comportamento nei confronti dei fornitori.

      Mi spiace per la tua situazione, che purtroppo è fin troppo comune, spero che si risolva al meglio per te: in bocca al lupo!

      Elimina

Posta un commento

Tranquillo, il tuo commento dovrà essere approvato dall'amministratore.
Non preoccuparti se non apparirà immediatamente, non sono sempre online... ;)

Post popolari in questo blog

Il ritorno...

Comincia il lavoro

Primo incontro!